1 maggio, controlli tra Ostia e Acilia: arresti per droga e denunce per violazione del codice della strada

 

Anche nei giorni di festa del ponte del 1° maggio sono proseguiti i servizi di controllo, predisposti dai Carabinieri del Gruppo di Ostia, per la tutela della sicurezza nonché la prevenzione e repressione dei reati in genere, anche nei confronti dei primi turisti che hanno invaso il litorale romano.

Intensi, quindi, anche i controlli della circolazione stradale sulle principali arterie, per garantire una serena domenica ai turisti e ai romani che si sono venuti a godere il sole al mare

Le numerose pattuglie, impiegate nei molteplici posti di controllo alla circolazione stradale, hanno controllato 358 veicoli e identificato oltre 800 persone, elevando 103 contravvenzioni al Codice della Strada.

Ad Acilia, la scorsa notte, i Carabinieri hanno individuato e fermato un’auto con a bordo un giovane del luogo che ha rifiutato di sottoporsi al test dell’etilometro, proferendo numerose minacce ai militari. L’automobilista indisciplinato è stato denunciato a piede libero per minacce a pubblico ufficiale, oltre che per la guida sotto l’influenza dell’alcool. Nel corso del medesimo servizio, è stato contravvenzionato un altro giovane sorpreso in stato di ebbrezza alla guida della propria vettura.

Nella serata di ieri, durante un servizio antidroga, i Carabinieri hanno individuato ad Ostia Antica un romano che deteneva nel proprio appartamento quasi 500 gr. di marijuana. L’uomo, incensurato, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e posto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

Poco dopo, ad Ostia, i Carabinieri hanno arrestato un romano di 45 anni per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, ufficialmente disoccupato, conduceva una vita un po’ troppo agiata ed era tenuto da tempo sotto controllo dai militari che, nella serata di ieri, hanno fatto scattare una perquisizione, con l’ausilio dei cani antidroga del Nucleo Cinofili Carabinieri Santa Maria di Galeria, nella sua abitazione e in quella del padre. La prima ispezione ha dato esito negativo, ma nella cantina del padre è stata scoperta, abilmente nascosta in apposite nicchie ricavate nelle pareti, 1,200 chilogrammi di cocaina, 10 grammi di hashish, vario materiale da taglio e a tutto l’occorrente per il confezionamento della droga. L’uomo è stato arrestato e posto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida.

La droga avrebbe potuto fruttare oltre 250.000 euro.

Nel corso delle attività, in tarda serata i Carabinieri hanno arrestato un romano 31enne, già conosciuto alle forze dell’ordine, per tentato furto e resistenza a Pubblico Ufficiale. In particolare, l’uomo si era introdotto nei locali di un ristorante di Ostia Ponente dopo aver infranto una vetrata esterna. Sfortunatamente per lui, il rumore ha attirato l’attenzione dei Carabinieri che stavano eseguendo, poco lontano, un posto di controllo: i militari hanno raggiunto il luogo del furto e il malvivente, alla loro vista, ha tentato una disperata fuga a piedi ma è stato bloccato pochi metri dopo. L’uomo, dopo le cure sanitarie resesi necessarie a causa delle ferite riportate con le schegge della vetrata che aveva mandato in frantumi, è stato trattenuto in caserma, in attesa dell’udienza di convalida.

I Carabinieri hanno eseguito altri due arresti ad Ostia in esecuzione di altrettante ordinanze di custodia cautelare in carcere emesse dal Tribunale di Roma. Il primo è stato operato nei confronti di un pregiudicato, già sottoposto alla misura di sicurezza della libertà vigilata con il divieto di allontanamento per reati contro il patrimonio e la persona; lo stesso era stato bloccato e arrestato qualche giorno prima dai Carabinieri poiché, agli arresti domiciliari, aveva ferito il padre e tentato di strangolare la madre, entrambi conviventi.

Il secondo arresto è stato eseguito nei confronti di un altro pregiudicato, in aggravamento della pena degli arresti domiciliari a cui era stato sottoposto per l’illecita detenzione di armi, in quanto era stato precedentemente segnalato all’A.G. dai militari per le palesi e reiterate violazioni delle prescrizioni imposte.

Infine, a seguito della richiesta pervenuta al “112”, i Carabinieri sono intervenuti in un ristorante di Ostia dove un uomo, in evidente stato di ubriachezza, aveva immotivatamente insultato gli avventori; la presenza dei militari non è riuscita a far abbassare i toni al punto che anche loro sono stati oltraggiati con parole offensive. L’uomo è stato denunciato a piede libero per resistenza e oltraggio a pubblico ufficiale.

 

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome