Ad Ostia Antica la terra restituisce una testa in marmo di una Venere o di una bellissima Musa

La testa è emersa durante i consueti lavori di manutenzione tra gli Scavi archeologici

Ricoperta da uno strato di terra, è stata restituita durante di lavori di manutenzione ordinaria nel parco archeologico di Ostia Antica: è la testa in marmo di una una Venere o forse di una bellissima Musa.

“Sembra avere la pettinatura di una Venere di Doidalsas oppure potrebbe essere una Musa” è il primo commento delle archeologhe Mariarosaria Barbera e Cinzia Morelli.

Ma non si escludono altre interpretazioni.

Con il naso leggermente abraso, potrebbe essere una replica di età romana imperiale del celebre modello greco realizzato dallo scultore Doidalsas vissuto nel III secolo a.C.

“Da lunedì gli archeologi saranno al lavoro per definire il contesto della giacitura e le stratigrafie per acquisire informazioni utili per comprendere le modalità di abbandono della testa” spiegano dal parco archeologico.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome