Dove andiamo a ballare? La mappa del divertimento estivo sul litorale romano

La movida nel triangolo tra Ostia, Fregene e l’Eur: dove ballare tra discoteche, i concerti live e le feste private

Dove andiamo a ballare stasera?” Questa è la domanda che si pongono ogni week-end i ragazzi del litorale romano. Negli ultimi anni infatti, la movida di Ostia ha subito un drastico ridimensionamento che ha portato i giovani, fino a pochi anni fa frequentatori fissi delle discoteche lidensi, a spostarsi verso l’Eur o verso le vicine Fregene e Fiumicino. La scelta dei locali dove andare si è quindi decisamente ridotta, anche se sicuramente non mancano le opzioni in grado di soddisfare le esigenze di tutti.

LOCALI IN RIVA AL MARE DI OSTIA

Ad Ostia la movida ha subito un ridimensionamento vertiginoso ma non mancano le occasioni di divertimento. Resiste (con grande sforzo dei concessionari) lo Shilling di piazzale Cristoforo Colombo. Questa estate la discoteca si farà il giovedì, dalle 23,30 alla console Andrea Torre “il Capitano”, e Ale Playswith con Lele Sarallo. Apertura l’8 giugno con la band di Greg “The frigidaires”.  Al km 10,100 della via Litoranea dal 3 giugno e per tutta l’estate funziona il Marine Village: feste a tema e appuntamento fisso con la dance music ogni sabato, sotto la regia di Marco Sansalone. Musica e intrattenimento per feste private a bordo piscina con Open bar di lungomare Lutazio Catulo e, da quest’anno, al Tanit-Elmi, su lungomare Paolo Toscanelli, di fianco al Pontile. Esistono poi luoghi d’incontro dove la musica è solo d’ascolto. E’ il caso del Rumors Hangout di via della Fusoliera 20, al Porticciolo dei Pescatori: è possibile gustare piacevoli concerti di interessanti cover band (giovedì 8 giugno Roberto Pambianchi in “Cantolibero tour” di Lucio Battisti). Tra i posti più suggestivi e frequentati c’è sicuramente il Curvone, situato sulla spiaggia di Piazzale Magellano, che offre aperitivi molto sostanziosi e dispone di tavoli dai quali oltre a sorseggiare il proprio drink, è possibile anche ammirare il tramonto sul mare.

FREGENE, LA MUSICA AL TRAMONTO

Per gli amanti delle belle giornate, la meta più gettonata è sicuramente il Singita, spiaggia glamour situata a Fregene in via Silvi Marina 251. La specialità del Singita sono sicuramente gli aperitivi, sostanziosi e a prezzi accessibili, in più i lettini e i divanetti situati a due passi dal mare forniscono al posto un tocco elegante ed esclusivo. La musica è chill out, la cerimonia più affollata è quella del Saluto al Sole. Dalle feste “di massa” del passato, il Singita ha scelto quest’anno un target più selezionato e meno giovane. Il primo evento ospitato dalla spiaggia si terrà il 23 giugno, dalle ore 19 alle ore 20, ci saranno artisti circensi e come sempre tanta tanta musica. Possiamo citare anche il Blanco, situato sempre a Fregene sul Lungomare di Levante, principale competitor del Singita, che presenta però un target di clienti meno selezionato e più giovanile. Al Blanco, oltre agli aperitivi, si organizzano eventi di musica commerciale, revival anni 80/90, ed è molto frequentato dai giovani di Roma e dintorni anche per via dei prezzi abbastanza accessibili a tutti. Per quanto riguarda le feste free entry consigliamo di tenere d’occhio il Glauco Beach e il Blue Fregene, sempre situati a Fregene, nel caso il free entry non sia disponibile il costo dell’entrata rimane comunque abbordabile, si va dai 10 ai 15 euro (drink compreso).

LA ROMA BY NIGHT PIU’ APPETIBILE

Visto il ridimensionamento di eventi subìto da Ostia, i giovani del territorio sono costretti a “migrare” verso i locali della Capitale del quadrante ovest, più vicini al litorale. In cima alla lista, c’è sicuramente Spazio 900, situato in Piazza Guglielmo Marconi 26/b, di fronte al famoso obelisco che negli anni 80/90 era uno dei luoghi d’incontro più gettonati dai giovani dell’epoca. Spazio 900, da anni si presenta come punto di aggregazione dei giovani di tutta Roma e in particolare del nostro territorio. Il costo dell’entrata è abbordabile, si va dai 15 ai 20 euro drink compreso. Le serate possono anche essere caratterizzate dalla presenza di un’ospite che, nella maggioranza dei casi, è un dj di musica elettronica di fama internazionale. I principali competitor di Spazio 900 sono Room 26, che si trova anch’esso in Piazzale Guglielmo Marconi 29, un locale che offre lo stesso tipo di musica di Spazio senza però ospitare grandi nomi della musica elettronica. D’estate in via delle Tre Fontane 5, all’Eur, tutti i mercoledì dalle ore 20,00 il Sunset propone delizie tra le bollicine, quelle delle vasche idromassaggio. Musica, open buffet e dj set in un posto insolito. Se si è disposti ad addentrarsi di più dentro Roma e raggiungere la collina di Monte Mario, ecco il Bosco delle fragole, d’inverno conosciuto anche come “Chalet del Bosco”, situato in Piazzale dello Stadio Olimpico numero 8, proprio alle spalle dell’impianto che ospita le partite di calcio della Lazio e della Roma: anche qui abbiamo prezzi che vanno dai 10 ai 15 euro. Tra gli artisti che hanno suonato al “Bosco delle Fragole” possiamo citare anche Gigi d’Agostino, uno dei dj più famosi d’Italia e del mondo.

 

TROPPE RESTRIZIONI

Una scelta molto ridimensionata rispetto al passato, quella che si presenta ad Ostia in quanto a locali, sicuramente niente a che vedere con lo scenario di qualche anno fa dove Fregene era praticamente inesistente e nel quale Ostia padroneggiava non solo a livello di eventi, ma anche dal punto di vista della cultura e dello spettacolo. Le ragioni sono da individuare nella crisi di identità che riguarda Ostia: l’imprenditoria turistica è stata mortificata da paletti e norme che mortificano le esigenze di elasticità necessarie per la valorizzazione delle risorse locali. Il divieto di fare musica sulle spiagge libere (senza tornare ai tempi di One Love a Capocotta, basta ricordare concerti e disco alla Spiaggetta di piazza Sirio) e un atteggiamento persecutorio, più che di prevenzione, da parte delle forze dell’ordine con pattugliamenti da assetto militare, hanno spento ogni velleità negli organizzatori. Meglio spingere i ragazzi del litorale alle trasferte verso luoghi più tollerati, come le discoteche estive dell’Eur modello Gay Village e Fiesta?

In ogni caso, il suggerimento dei medici, è quello di bere responsabilmente, senza esagerazioni, evitando di mettersi alla guida in caso di eccessi e tenendo a mente questi consigli in caso di sbornia.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome