Brucia ancora la pineta, i divieti non frenano i piromani ma finalmente arriva l’esercito

Ancora fiamme ad Ostia. Nonostante l’ordinanza di divieto d’accesso in pineta per incolumità pubblica firmata dalla sindaca Raggi, Castel Fusano e Acque Rosse sono tornate a bruciare.

Non si sa ancora se la natura delle fiamme sia dolosa oppure no, resta il fatto che Ostia e il suo entroterra sono in piena emergenza e non si riesce a porre fine a quello che sta diventando un vero e proprio “dramma”.

CASTELFUSANO
L’allarme è scattato intorno alle 6.40 del mattino di oggi, i residenti hanno visto innalzarsi improvvisamente una fitta nube nera che ha rapidamente invaso il cielo. Sul posto sono arrivati i volontari della Protezione Civile e i Vigili del fuoco, supportati dall’alto da due elicotteri e da un canadair.

ACQUE ROSSE
Ieri invece è toccato di nuovo anche alla pineta delle Acque Rosse. Situata a due passi dal Cineland e dalla Stazione Lido Nord. Sul posto anche qui sono arrivati Vigili del Fuoco, supportati dal gruppo di volontari della Protezione Civile “The Angels”. Gli interventi si sono prolungati fino alle 21.

ARRIVA L’ESERCITO                                         “La pineta di Castel Fusano da oggi viene vigilata dalle forze dell’ordine e dall’esercito per impedire l’accesso a potenziali piromani. Viene così accolta la mia richiesta avanzata nelle scorse settimane per tutelare uno dei patrimoni naturali della città di Roma”. Lo dichiara in una nota la sindaca di Roma Virginia Raggi. “La pineta di Castel Fusano è un patrimonio naturale dell’Italia e va tutelata. In queste settimane è stata interessata da numerosi incendi, presumibilmente di natura dolosa. Non possiamo più permettere che la mano dei criminali accenda altri roghi. Nei giorni scorsi ho emanato un’ordinanza urgente per limitare a persone e veicoli l’accesso nella pineta sia per agevolare le operazioni di spegnimento di nuovi incendi che per impedire eventuali nuovi atti dolosi. Ho inoltre predisposto nei giorni scorsi l’istituzione di quattro presidi fissi della Polizia Locale di Roma Capitale per vigilare sull’area – aggiunge – Ringrazio il prefetto Paola Basilone, i vertici delle forze di Polizia, il Comandante della Brigata ‘Granatieri di Sardegna’, il Questore di Roma, il Comandante provinciale dei Carabinieri e il Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco che oggi hanno partecipato alla riunione in prefettura sull’emergenza incendi”.

LA POSIZIONE DI FDI                               Sulla vicenda intanto prende posizione anche Fratelli d’Italia, loro infatti fu l’idea di istituire un presidio dell’esercito all’interno della pineta di Castel Fusano. “Dopo l’ennesimo incendio che ha colpito il territorio di Ostia, sono di queste ore i nuovi incendi a Castel Fusano e nella pineta di Acque Rosse su via delle Azzorre – spiegano in un comunicato congiunto Andrea De Priamo, il capogruppo in Campidoglio Ghera e la portavoce del X Municipio Monica Picca – .Da settimane abbiamo chiesto al sindaco Raggi di intervenire presso il Prefetto per chiedere la presenza dell’Esercito all’interno della Pineta di Castel Fusano. Pertanto la notizia da parte della Prefettura che ha disposto il pattugliamento dell’area h24 non può che accogliere la nostra soddisfazione. Parliamo di un territorio rimasto abbandonato e che, nonostante il transennamento degli ingressi ci risulta che anche in questi giorni stiano proseguendo le diverse attività illegali dalla prostituzione al bivacco di persone senza fissa dimora. Anche in questa occasione va registrato il grande ritardo dell’amministrazione grillina, che fin dall’inizio avrebbe dovuto richiedere – come suggerito da Fratelli d’Italia – il controllo della Pineta di Castel Fusano da parte dell’Esercito”.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome