Castel Fusano, prorogato il divieto d’accesso: sorpresa e rabbia tra i frequentatori (VIDEO)

La sindaca Virginia Raggi proroga per altri tre mesi la chiusura di metà della pineta di Castel Fusano a pedoni e veicoli

Sorpresa e rabbia ma anche mancanza di informazioni per gli appassionati che frequentano la pineta di Castel Fusano: la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha prorogato per altri mesi la chiusura della parte di levante del parco ribadendo le multe (da 40 a 240 euro) per chi verrà sorpreso al suo interno.

L’ordinanza del 31 ottobre

E’ stata firmata ieri nel tardo pomeriggio dalla sindaca Virginia Raggi l’ordinanza 174 riguardante il “Divieto d’accesso per i pedoni e i autoveicoli in parte della Pineta di Castel Fusano  e della Pineta delle Acque Rosse, per consentire le operazioni di mitigazione del rischio e bonifica dell’area a salvaguardia della pubblica incolumità fino al 31 gennaio”. In buona sostanza è la proroga dell’analogo provvedimento assunto il 28 luglio dopo i furiosi incendi verificatisi nel parco.

 

Ribadite le sanzioni a pedoni e veicoli che si introducessero nell’area

Rabbia è stata espressa dalla portavoce del gruppo facebook “Un pino per Castelfusano”, Marina Imola intervistata nel video di apertura pagina. “Per noi è una sorpresa, non immaginavamo un prolungamento del divieto di questa portata, tanto più che non se ne capisce la ragione – dice Marina Imola – Non abbiamo notato lavori di messa in sicurezza in questa parte di pineta e questo divieto sembra avere tutto il senso di impedire l’accesso indiscriminatamente solo per multare le persone”. E le multe non sono solo virtuali. “Ho ricevuto proprio nei giorni scorsi una multa da 240 euro – racconta un podista che, comunque, continua a frequentare l’area della palestra all’aperto – Nel mio caso sembra sembrerebbe più una rappresaglia da parte di una pattuglia di vigili urbani che questa estate, ferma con il motore acceso a ridosso di un varco, avevo invitato a spengere l’auto per ridurre l’inquinamento”.

Nessuno tra podisti, ciclisti e famigliole che stamattina affollavano il parco sapeva della proroga e, anzi, si aspettava la riapertura del parco. L’ordinanza, secondo le disposizioni, è immediatamente eseguibile nonostante il 1 novembre non se ne trovi traccia nè sul posto nè sui siti internet istituzionali.

A riprova dell’assenza di lavori e delle condizioni in cui versa la parte vietata, ecco il video girato  solo pochi giorni fa in bicicletta. Solo una settimana fa c’è stato questo rovente botta e risposta tra Giorgia Meloni (Fratelli d’Italia), Mariacristina Masi (Forza Italia) e Giuliano Pacetti (M5S) sulla mancanza di interventi propedeutici alla riapertura del parco di castel Fusano.

 

Commenta questo post

CONDIVIDI
Articolo precedenteElezioni X Municipio: ecco chi sono e cosa fanno i candidati
Prossimo articoloCastel Fusano chiusa per altri tre mesi: i vigili urbani contro il Campidoglio (VIDEO)
Giulio Mancini
Giornalista professionista, sportivo, appassionato di cinema, viaggi, architettura e lettura, è iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 1983. E’ padre di Simone. Ha collaborato a Radio Luna e scritto per L’Occhio di Maurizio Costanzo, Gente Viaggi, Il Tempo, Il Messaggero. Tra le esperienze televisive quella di collaboratore della trasmissione “Il coraggio di vivere” di Rai 2. Conoscitore della storia del Litorale romano, ha scritto e pubblicato dodici volumi alcuni dei quali in collaborazione con il Ministero per i beni e le attività culturali. Esperto di brand journalism.

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome