Cinema, morto Osiride Pevarello: attore e stuntman tanto amato ad Ostia

Si è spento a 96 anni un personaggio molto noto nella cittadina balneare dove Osiride, codino e barba lunga, si vedeva saettare a bordo del suo vecchio ciclomotore

Se ne è andato un pezzo di cinema italiano, un pezzo di Ostia per tanti.

morto a 96 anni Osiride Pevarello: attore, maestro d’armi, cowboy e stuntman italiano, oggi in molti ricordano tantissimi aneddoti legati alla sua personalità.

Nato nel 1920 a Montagnana, in provincia di Padova, Osiride era discendente di una famosa famiglia di artisti circensi ed era uno di 19 figli.

Si avvicinò al mondo del cinema nel 1949, con il film Il mulino del Po di Alberto Lattuada.

Nel 1970 fu impegnato in “Lo Chiamavano Trinità” per la regia di Enzo Barboni, con Bud Spencer e Terence Hill. Nello stesso anno la consacrazione con Federico Fellini, per una partecipazione nel filmI clown“, dopo che il maestro l’aveva avuto come attore in alcune scene de “La strada” (1954) 

Ha lavorato come acrobata e cascatore, ma anche come attore: sono note le sue piccole partecipazioni ai film della coppia Bud Spencer e Terence Hill ma anche quelle nei film di Tinto Brass, suo amico sin dagli inizi della carriera. Con lui girò l´ultimo film (oltre trenta sono quelli che lo hanno visto partecipe) nel 1998 “Monella“. Tra le pellicole nelle quali ha preso parte “Elena di Troia” (1956), “Ben Hur” (1959), “Circus World” (1964),

Sul volume “Ostia set naturale” luoghi e magie del cinema sul litorale romano sono raccontate le sue vicende artistiche. Nella sesta puntata di “Stracult“, edizione 2012, all’età di 92 anni Osiride Pevarello è stato intervistato da Paolo Ruffini ed il suo intervento di può seguire IN QUESTO VIDEO.

I funerali si terranno nella Chiesa di Santa Monica a Ostia, sabato 17 dicembre 2016, ore 11.00.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome