Flash mob di Fratelli D’Italia contro i campi abusivi: ” i cittadini sono stanchi”

Blitz di Fratelli D’Italia/An all’interno dei campi abusivi del X Municipio.

Un gruppo di militanti di Fdi, insieme alla loro portavoce Monica Picca, nel pomeriggio di ieri hanno documentato lo stato di degrado presente in alcune zone del territorio. Sono partiti da via Ostiense, luogo di numerosi insediamenti abusivi, fino a toccare molte altre zone del territorio.

“Situazioni di illegalità a cielo aperto”

“Il Comune di Roma deve assolutamente prendere provvedimenti contro i campi abusivi – spiega Monica Picca, portavoce di Fdi X Municipio – parliamo di vere e proprie situazioni di illegalità a cielo aperto che ormai vanno avanti da anni e che sono sopravvissute trasversalmente con tutte le amministrazioni comunali.  Con la giunta Raggi non è cambiato nulla, con noi al Comune di Roma si era intrapresa una strada molto chiara: sgomberi e allontanamento degli abusivi, ora non è più così”.

Tra i tanti campi sui quali bisogna intervenire, Monica Picca menziona anche quello di Dragona, alla ribalta delle cronache qualche anno fa per un tragico episodio che fece scalpore:” Il campo rom di Dragona ospitava l’uomo che qualche anno fa, completamente ubriaco, investì quattro persone che aspettavano l’autobus”.

Stesso discorso anche per i campi abusivi di Ostia:”Tra la pineta delle Acque Rosse e quella di Mar Rosso possiamo vantare la creazione di vere e proprie favelas nascoste nei meandri più oscuri della vegetazione”. Un’altra grave situazione di abusivismo, riguarda la pineta di Castel Fusano, da anni colma di baraccopoli abusive e recentemente venuta alla ribalta delle cronache per i numerosi incendi che l’hanno colpita: “all’interno della pineta si sono stabiliti da anni extracomunitari, rom, che molto spesso sono stati identificati come i responsabili degli incendi. Come Fratelli d’Italia – conclude Picca – se verremo eletti alla guida del X Municipio, metteremo la parola fine una volta per tutte al degrado che da anni imperversa nel nostro territorio”.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome