Il X Municipio saluta il nuovo dirigente del commissariato Eugenio Ferraro

Il Consiglio del Municipio Roma X, ha dato il benvenuto al nuovo Dirigente del Commissariato del territorio, Eugenio Ferraro.

“In questo breve periodo del suo insediamento si è già avuto modo di apprezzare lo spirito collaborativo del Dottor Ferraro, che si è subito messo a disposizione supportandoci già in due operazioni condotte con la Polizia Locale per gli interventi di contrasto al commercio abusivo in Viale della Vittoria e per gli insediamenti nello Stabilimento Arca a seguito di una importante bonifica” ha detto il presidente del X Giuliana Di Pillo.

Significativo anche il passaggio che Ferraro, succeduto a Fabio Abis, ha riservato nel suo discorso, riferendosi alle fasce più deboli, come anziani, bambini e donne, che rivestono sempre un’attenzione maggiore. 

“Il dirigente ha sottolineato l’orgoglio di appartenere a questo territorio, garantendo il massimo impegno per la cittadinanza.  Ovviamente questa è stata l’occasione per maggioranza e opposizione di garantire la massima collaborazione della parte politica e amministrativa” ha aggiunto Di Pillo.

“Auguriamo un proficuo lavoro per il bene del nostro territorio al Dottor Ferraro. È importante e rassicurante avere una figura di tale spessore ed esperienza in un Municipio così delicato, che sente forte la necessità di ricostruire il rapporto tra cittadini e Istituzioni. La sicurezza è un tema molto caro ai residenti del X Municipio e la legalità è una bandiera che, dopo tutto quello che è accaduto, dobbiamo portare con sempre più convinzione e determinazione, per questo da parte nostra non mancheranno la collaborazione e il supporto dovuti” ha detto Mariacristina Masi capogruppo Fi.

Athos De Luca capogruppo PD invece ha salutato Ferraro segnalando “le recenti incursioni di Casa Pound sulle spiagge e nei mercati di Ostia per cacciare gli abusivi che oltre a configurare il reato di ‘usurpazione di pubblici poteri’ sostituendosi al compito delle forze dell’ordine ne delegittimano il ruolo e fanno passare tra i cittadini il messaggio molto pericoloso di farsi giustizia da sè”.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome