Infernetto, Ostia e Acilia: “La nube tossica è arrivata anche qui”

Il Quirinale sospende le visite guidate alla Tenuta di Castelporziano: è la conferma dei sintomi che avvertono i residenti dell'Infernetto e dintorni. Bruciori agli occhi ed al naso

Niente visite oggi e domani nella Tenuta presidenziale di Castelporziano: è questa la conferma di quanto i residenti dell’Infernetto avvertono nell’aria fin dalle prime ore del mattino. L’odore acre di plastica, bruciore agli occhi e alle narici sono i sintomi che la nube tossica è arrivata ad abbattersi anche sul litorale di Roma.

LO STOP ALLE VISITE GUIDATE

E’ stato l’Ufficio Stampa del Quirinale in una nota a comunicare che “in seguito all’incendio sviluppatosi ieri sulla Pontina Vecchia e in considerazione della notevole colonna di fumo propagatasi nella zona, sono state sospese, in via precauzionale, per oggi, sabato 6 maggio e domani, domenica 7 maggio, le visite del pubblico alla Tenuta Presidenziale di Castelporziano”. Si tratta della conferma del tam tam che è esploso fin dalle prime ore del mattino sui gruppi social di Infernetto, Casalpalocco e Ostia riguardo all’odore nauseabondo di plastica bruciata che è nell’aria.

Nonostante QUESTE RASSICURAZIONI emanate ieri dal Campidoglio e dalla Regione Lazio, dunque anche i quartieri costieri romani sono stati investiti dal fenomeno. La Raggi, però, tre giorni dopo con QUESTA NOTA solleciterà le autorità regionali e  sanitarie a chiarire i veri livelli di inquinamento. Fabio stamattina, al risveglio, lancia la domanda “Ragazzi, autosuggestione o questa mattina lo sentite anche voi l’odore di plastica bruciata?” e le risposte sono una valanga. Giusy: “Si sente, eccome…” che chiede anche “Non ci sono disposizioni? Si potrà uscire? Per ora finestre chiuse”. Marina: “Si sente purtroppo!”. Francesca: “Si purtroppo! Dev’essere cambiata la direzione del vento”. Conferma anche Pietro da via Domenico Purificato, zona Madonnetta. Alessandro aggiunge: “Si sente ed è veramente irritante”. Anna aggiunge: “Pensavo fosse una mia sensazione ma mi confermate che purtroppo non è così …poveri noi”. Denise lancia il suo SOS da molto più distante: “Si..si sente fine a Ostia”. Alessandra ribadisce il suo fastidio da San Francesco di Acilia.
Ma c’è anche chi dice: “Finitela con messaggi allarmistici è tutto sotto controllo”: scrive Paola.

In ogni caso, dal Campidoglio sono state assunte QUESTE MISURE e l’invito a tenere chiuse le finestre.

La pioggia di particolato sospeso in conseguenza dell’incendio si sarebbe manifestata persino a Santa Marinella, con residenti che avrebbero raccolto piccoli agglomerati plastici bruciati.

Riguardo alle operazioni di spegnimento, i vigili del fuoco hanno proseguito il loro lavoro tutta la notte all’azienda Eco X di via Pontina Vecchia dove è iniziata l’opera di smassamento. Ci sono ancora focolai attivi ma la situazione viene definita sotto controllo. Le rilevazioni dell’Arpa sono state effettuate ma i risultati sulla qualità di aria, acqua e terreni arriveranno solo nei prossimi giorni.

MASCHERINE ESAURITE IN NEGOZI E FARMACIE

La psicosi unita alla reale necessità di proteggersi dal particolato (Pm10 e altre sostanze) hanno dato il via alla corsa all’acquisto di filtri e mascherine per circolare all’aria aperta. Così ben presto i prodotti anti-inquinamento sono esauriti nelle rivendite. E molti si sono rivolti al mercato online per acquistarle. Inutile dire che l’offerta è varia e non tutta adeguata alle necessità. Per i nostri lettori abbiamo scelto questa Skyper, maschera dotata di filtro dell’aria da sostanze inquinanti con doppio meccanismo d’azione: da una parte un sistema SBR (Sequencing Batch Reactors, sistema di tipo biologico) e dall’altra di carboni attivi. Ottimo il rapporto qualità-prezzo. Lo stesso meccanismo d’azione e filtri della durata di due anni è in questo modello più simpatico nell’estetica, più adatto a giovani e per tutte le occasioni e offerta in questo periodo con uno sconto del 26%.

 

Commenta questo post

CONDIVIDI
Articolo precedenteOstia, lungomare invaso di camper. La Pro loco: “Ristabilire il decoro”
Prossimo articoloX Municipio, Craxi: “Una lista civica per rilanciare la partecipazione democratica”
Giulio Mancini
Giornalista professionista, sportivo, appassionato di cinema, viaggi, architettura e lettura, è iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 1983. E’ padre di Simone. Ha collaborato a Radio Luna e scritto per L’Occhio di Maurizio Costanzo, Gente Viaggi, Il Tempo, Il Messaggero. Tra le esperienze televisive quella di collaboratore della trasmissione “Il coraggio di vivere” di Rai 2. Conoscitore della storia del Litorale romano, ha scritto e pubblicato dodici volumi alcuni dei quali in collaborazione con il Ministero per i beni e le attività culturali. Esperto di brand journalism.

2 Commenti

  1. Si sotto controllo dove sono le stazioni di controllo qualita dell aria ma non a ostia e infernetto dove non ce ne sono.
    Il vento ieri era da SSE proprio in direzione di Ostia e la mattina lodore era forte e il senso di chiusura a me che sono asmatico e quindi sensibile piu di una centralina e arrivato forte per tutto il giorno

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome