In manette medico dell’ospedale Grassi: accusato di violenze sessuali sulla moglie e di mostrare i video al figlio di 10 anni

Addebitato al professionista di 55 anni anche l’uso di cocaina e crack: la donna finita al pronto soccorso per le lesioni causate dalle violenze

Sottoponeva da mesi la moglie a violenze sessuali, videoregistrava gli atti e mostrava le immagini al figlio di 10 anni. La donna era finita persino al pronto soccorso per gli abusi fino a che non ha più sopportato quelle angherie e ha denunciato il marito, un medico chirurgo dell’ospedale “Grassi” di Ostia, che è stato  arrestato per maltrattamenti, violenza sessuale e lesioni nei confronti della compagna, e corruzione di minorenne nei confronti del figlio.

E’ la turpe storia di un medico chirurgo di 55 anni, di Ostia, dipendente dell’ospedale “G.B. Grassi”, venuta alla luce per le denunce della moglie e per l’intervento della Squadra Mobile di Roma. La donna ha riferito agli investigatori una serie di abusi sessuali, lesioni e maltrattamenti, aggravati dall’uso di cocaina e crack, da parte del medico, di cui sarebbe stata vittima da diverso tempo. La donna in più di qualche circostanza, qualche tempo fa, era finita anche al pronto soccorso per le contusioni riportate nel corso delle violenze che il marito avrebbe effettuato su di lei.

In particolare nel corso delle indagini non solo sono stati raccolti una serie di elementi probatori che hanno confermato quanto riferito dalla parte offesa ma anche le “insolite” abitudini sessuali del bruto. In particolare l’uomo avrebbe ripreso i gesti e le violenze sessuali usate sulla donna per poi mostrare quelle orribili immagini al figlio di 10 anni della coppia.

All’esecuzione della misura cautelare, ha partecipato anche personale del Compartimento di Polizia Postale Lazio, con il quale si è proceduto al sequestro di materiale informatico, al fine di verificare l’eventuale sussistenza anche dei reati di pornografia minorile e detenzione di materiale pedopornografico, al momento esclusi.

E’ importante sottolineare che il medico, assuntore di droga ma mai segnalato per questo, da qualche settimana non svolgeva il suo lavoro presso l’ospedale di Ostia perché assente per malattia.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome