Movida, “fonte di pericolo per ordine e sicurezza”: sospese licenze a tre locali

Il questore di Roma Marino ha firmato il provvedimenti di sospensione delll'attività per altrettanti locali della movida all'Eur, Ostiense e Monte Sacro

Tre provvedimenti di sospensione sono stati emessi dal Questore Marino nei confronti di altrettanti esercizi pubblici considerati ‘fonte di pericolo per l’ordine e la sicurezza pubblica‘ eseguiti dagli agenti della Polizia di Stato in servizio alla Divisione Amministrativa e Sociale, diretta dal dottor Carlo Musti.

E’ stata sospesa per 10 giorni la licenza ad un noto locale in zona Eur dove il 24 marzo scorso un avventore era stato attinto da arma da taglio e dove già a febbraio un cliente, allontanato dagli addetti alla sicurezza perché molesto, era tornato nel locale e aveva esploso numerosi colpi d’arma da fuoco verso uno degli accessi, ferendo alcuni avventori.

Licenza sospesa invece per 7 giorni nei confronti di un pub in zona Ostiense, risultato essere frequentato da pregiudicati della zona. A marzo scorso poi erano rimaste ferite due persone a seguito di una rissa avvenuta fuori dal locale a seguito della quale ad un avventore era stata diagnosticata una contusione cranica non commotiva con ferita da taglio del cuoio capelluto guaribile in 7 giorni mentre un altro cliente riportava la frattura della mandibola, fratture costali multiple, frattura ossa nasali e ferita lacero contusa al volto con prognosi riservata e tuttora ricoverato in ospedale.

L’ultimo esercizio a cui è stata sospesa la licenza per 10 giorni è un noto bar in zona Monte Sacro. Nel gennaio scorso un avventore dopo aver discusso con il titolare, si era allontanato per ritornarvi più tardi e, con una pistola in pugno aveva esploso 5 colpi perforando la vetrina del locale. All’interno erano presenti un dipendente ed il titolare rimasti illesi. Nei confronti di quest’ultimo poi, qualche minuto prima gli agenti della Polizia di Stato avevano sequestrato sostanza stupefacente.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome