Ostia, acque trasparenti: “Sembra il mare dei Caraibi”

Sorpresa per il colore delle acque in questi giorni di calma piatta. I dati dell'Arpa Lazio confermano la qualità balneare della costa di Roma

A guardarlo sembra il mare dei Caraibi, così trasparente a riva e carico di un azzurro tenue verso le acque più alte. A Ostia la stagione balneare, almeno sul piano ambientale, comincia con i migliori auspici.

Da domenica scorsa, 14 maggio, il mare è in calma piatta e la temperatura è di quelle estive. Così molti si affacciano sull’arenile anche in costume da bagno. E scoprono che l’acqua per trasparenza e morbidezza non ha nulla da invidiare alle spiagge più rinomate.

Martedì 16 maggio, le acque davanti allo stabilimento “Mami” di Ostia

Il mare in questi giorni è uno spettacolo” racconta Simona Fares, tra le più affascinate dall’immergersi in acqua. E lo confermano anche le analisi dell’Arpa Lazio. Di undici punti di prelievo tenuti sotto monitoraggio (sul sito Arpa un errore materiale ne attribuisce tredici su territorio del Comune di Roma) l’unico punto di prelievo risultato non idoneo per ragioni microbiologico-fisiche è la foce del cosiddetto Canale di Pantanello ovvero del Canale di Palocco che sfocia al confine tra la tenuta presidenziale e la spiaggia libera attrezzata di Castelporziano.

Non è considerata interdetta alla balneazione neanche la spiaggia che fiancheggia la foce del Canale dei Pescatori che, invece, incomprensibilmente, sul lato che confina con la Lega Navale, è vietata secondo l’ordinanza comunale 65 del 29 aprile 2017, articolo 6.1 ovvero “Sono precluse le attività balneari in prossimità dello sbocco a mare dei corpi idrici superficiali, dei porti canale e delle zone dedite alla navigazione; compete, pertanto, al Municipio Roma X l’apposizione di segnaletica che indichi il divieto di balneazione sulle spiagge di cui alla lettera a) Idroscalo ed h) Canale dei Pescatori”.  Insomma, tra Arpa Lazio e X Municipio-Comune di Roma, ancora una volta sembra che non ci sia dialogo.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome