Ostia: auto incendiata, colpi di arma da fuoco e polizia in via Forni

Colpi d'arma da fuoco a Ostia e scatta la caccia all'uomo: via Forni presidiata dalla polizia. In fiamme un'auto nei pressi del Villaggio Azzurro

Notte movimentata a Ostia dove dalle ore 21,30 la polizia è mobilitata per un’operazione che al momento non ha una motivazione ufficiale. A distanza di pochi minuti è andata a fuoco una vettura parcheggiata nella zona del Villaggio Azzurro, non distante da dove è stato dato alle fiamme lo scooter usato per la gambizzazione di giovedì sera, sono stati sentiti colpi di arma da fuoco esplosi nei pressi di via del Sommergibile e una serie impressionante di agenti sono scesi dalle volanti con giubbetti antiproiettili invadendo via Antonio Forni che è stata chiusa al traffico.

Tutto è successo a distanza ravvicinata di tempo e l’operazione è ancora i corso in via Forni. Al momento dalle forze dell’ordine non trapelano particolari e non è chiaro in  che modo i tre eventi (auto incendiata più colpi di arma da fuoco e blitz della polizia) siano in relazione tra loro. Secondo indiscrezioni, qualcuno avrebbe sparato su un pianerottolo di una palazzina comunale di via Forni. Controlli anche in via Cagni. Al momento non risultano persone ferite.

ECCO NEL DETTAGLIO COSA E’ SUCCESSO.

Da quanto emerge dagli episodi di cronaca vissuti nelle ultime ore, sembrerebbe che sia in atto una guerra tra bande per la conquista dei traffici illegali che riguardano il litorale romano. Sul piano delle indagini legate alla gambizzazione di giovedì, la Squadra mobile di Roma ha affidato alla Scientifica il compito di ricavare impronte dalla carcassa dello scooter usato per l’agguato e bruciato in via Melanesia. Vengono esaminati anche i video delle telecamere della zona della pizzeria teatro dell’agguato, in via delle Canarie. Il timore é che il duplice ferimento, con chiare modalità mafiose, possa innescare un conflitto tra clan rivali o un tempo alleati, in un quadro reso instabile da inchieste e processi che hanno colpito negli ultimi anni specie i Fasciani e gli Spada.

Commenta questo post

CONDIVIDI
Articolo precedenteOstia, sparatoria in pizzeria: l’obiettivo della gambizzazione era il pizzaiolo?
Prossimo articoloFiumicino in prima linea contro la violenza sulle donne (VIDEO)
Giulio Mancini
Giornalista professionista, sportivo, appassionato di cinema, viaggi, architettura e lettura, è iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 1983. E’ padre di Simone. Ha collaborato a Radio Luna e scritto per L’Occhio di Maurizio Costanzo, Gente Viaggi, Il Tempo, Il Messaggero. Tra le esperienze televisive quella di collaboratore della trasmissione “Il coraggio di vivere” di Rai 2. Conoscitore della storia del Litorale romano, ha scritto e pubblicato dodici volumi alcuni dei quali in collaborazione con il Ministero per i beni e le attività culturali. Esperto di brand journalism.

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome