Ostia, cassonetto in fiamme: residenti svegliati dalla puzza di plastica bruciata

Incendio doloso nella notte in via Lucio Lepidio, vicino alla stazione Lido Centro: in fiamme un cassonetto dei nuovi, tutti in plastica

Fiamme alte e puzza di plastica bruciata a notte fonda in via Lucio Lepidio, a Ostia. Ignoti hanno dato fuoco a un cassonetto che si è completamente liquefatto e incenerito nell’attesa dell’arrivo dei vigili del fuoco.

Ennesimo atto vandalico nei pressi della stazione Lido Centro di Ostia, terra di nessuno durante la notte, quando non sono presenti i militari e i carabinieri del presidio fisso di “Strade sicure”. Ignoti hanno incendiato un cassonetto dell’immondizia e si sono dati alla fuga. Le fiamme, favorite dal fatto che i nuovi contenitori posizionati dall’Ama sono interamente in plastica, si sono ben presto propagate all’intera struttura che si è sciolta e incenerita nell’attesa dell’arrivo dei vigili del fuoco. I quali ben poco hanno potuto fare per ridurre il danno.

Il cassonetto distrutto dalle fiamme in via Lucio Lepidio

Lunedì 25 settembre, tre ragazzi sono stati notati mentre incendiavano in pieno giorno un cassonetto in via dei Traghetti. In quel caso i vigili del fuoco fecero in tempo a intervenire prima di più preoccupanti conseguenze.

Nel caso di via Lucio Lepidio, questa notte decine di persone si sono svegliate a causa dell’odore acre di plastica bruciata che ha avvolto l’intera zona. I residenti lamentano che con il calare della sera, tra sbandati e malintenzionati, l’area circostante la stazione Lido Centro diventi terra di nessuno. Presenze sgradevoli favorite anche dalla frequente assenza di illuminazione pubblica e dall’oscuramento dei lampioni per via di alberi alti mai potati.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome