Ostia, cinema e turismo nella chiusura della stagione a “Le Dune” (VIDEO)

Serata speciale con il Direttore della fotografia Daniele Nannuzzi e della regista Claudia Nannuzzi. Proiezione di corti dedicati al cinema e alla bellezza di Ostia

Chiusura di stagione balneare all’insegna del cinema e dell’amore per Ostia presso lo stabilimento balneare “Le Dune”. Una folla di professionisti e pionieri della cittadina costiera ha preso parte domenica 17 settembre ad una serata speciale che ha avuto come ospiti il grande direttore della fotografia Daniele Nannuzzi, la figlia Claudia Nannuzzi, segretaria di produzione, ed il fotografo Alberto Sikera introdotti al tema dell’evento dal giornalista Giulio Mancini.

L’ECCELLENZA NEL CINEMA

Ed è spettato proprio a Giulio Mancini, esperto di cinema e autore del volume Ostia set naturale” sulle location cinematografiche del litorale romano, aprire la serata sotto i buoni auspici del padrone di casa, il presidente della Federbalneari, Renato Papagni. Mancini ha presentato alla platea, composta da imprenditori, professionisti e famiglie di pionieri di Ostia, una sua video-intervista a Elena Sofia Ricci e a Valeria Fabrizi impegnate sul set in spiaggia. Le due attrici hanno raccontato aneddoti legati al loro rapporto con Ostia e, in particolare, con le location del cinema al mare di Roma. La stessa Elena Sofia Ricci, cresciuta a Casal Palocco, è impegnata in questi giorni nelle riprese del film “Il tuttofare” presso lo stabilimento balneare “Lega Navale” con Sergio Castellitto per la regia di Valerio Attanasio.

Un momento della serata, durante la proiezione allo stabilimento “Le Dune” (ph Sikera)

Grazie allo spunto offerto dai tanti set in corso sul litorale romano (da “Poveri ma ricchissimi” a “Benedetta follia” a “Come un gatto in tangenziale”) ed al successo di questi paesaggi (il film “Fortunata” approdato a Cannes) è stata inevitabile la citazione dei tanti grandi registi che hanno scelto Ostia come location, da Fellini a Risi, a Scola, a Moretti, a Verdone e Citti. Merito del paesaggio ideale ma anche delle tante professionalità cresciute nel cinema in questa parte di Roma: Enrico Brignano, Enzo Salvi, Micaela Ramazzotti, Claudia Gerini nel presente, Giorgio Ardisson, Massimo Vanni e Nellone Pazzafini nel passato.

GATTI, BARBARIE E SOGNI

La regista Claudia Nannuzzi (ph Sikera)

Daniele Nannuzzi e la figlia Claudia sono tra le eccellenze cinematografiche del presente. E di Claudia è stato proiettato un video di pregevole fattura e particolare simpatia, “L’importanza di piacere ai gatti” (2013). Il film, scritto e diretto da Claudia Nannuzzi, è interpretato tra gli altri da Karin Proia e da Giulia Bevilacqua che proprio per le loro interpretazioni hanno vinto come migliori attrici premi del settore. Nel corto è presente anche un cameo di Pietro Taricone che ha girato il suo contributo una settimana prima della disgrazia che lo ha strappato alla vita.

Daniele Nannuzzi, come spiega nel video d’apertura montato da Elisa Palchetti, ha invece rappresentato per immagini i suoi due grandi amori: il cinema e Ostia. Direttore della fotografia di pregio internazionale (premio David di Donatello 2002, Ace Award 1985, tra le sue opere film diretti da Liliana Cavani, Carlo Lizzani, Luchino Visconti, Ettore Scola, Dino Risi, Tinto Brass ma, soprattutto, Franco Zeffirelli), Daniele Nannuzzi è presidente dell’Associazione Italiana Autori della Fotografia. A lui si deve la creazione del Museo della fotografia cinematografica a Cinecittà, dove sono raccolte le cineprese di tutte le epoche e dei più prestigiosi registi, dove è stato ambientato un corto dal titolo “Cinecittà dream”, proiettato ieri sera per la prima volta in pubblico. Il film, di grande poesia e dalle continue emozioni, interpretato da Josafat Vagni, da Giuseppe Ragone e dallo stesso Nannuzzi nella parte di se stesso, ha commosso la platea e scatenato ricordi che sono proseguiti poi con la proiezione di un altro corto. In questo secondo prodotto, Daniele Nannuzzi ha raccontato per immagini la storia di  Ostia, dagli anni della sua fondazione a quelli delle “invasioni barbariche” fino ai giorni nostri, fatti di degrado e di sogni mortificati.

Da sinistra Giulio Mancini, Daniele Nannuzzi e Renato Papagni (ph Sikera)

La chiusura della serata è vissuta nella speranza di un futuro di rilancio per Ostia e per il litorale romano, ottimismo alimentato dalle spettacolari immagini girate con il drone da Alberto Sikera, dj producer, regista, photographer ideatore di progetti social e web, che sta lavorando con le categorie imprenditoriali alla realizzazione di una nuova piattaforma digitale per la promozione internazionale del litorale romano.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome