Ostia, sesso in pubblico. Scomparsa la movida il lungomare diventa market del sesso (IL VIDEO)

Esclusivo: coppia pratica sesso orale sul lungomare a due passi dal Pontile. I luoghi della prostituzione open air

Morta la movida, il lungomare di Ostia diventa una grande alcova a cielo aperto. Non bastassero le prostitute che adescano i clienti su piazzale Amerigo Vespucci e su lungomare di Levante, ci si mettono anche le coppiette a dare spettacolo open air.

SESSO A DUE PASSI DAL PONTILE

E’ di una coppia che pratica sesso orale all’aperto il video in esclusiva che Il Quotidiano del Litorale propone per testimoniare la decadenza dei costumi sul lungomare di Ostia. Le immagini sono state riprese a due passi dal Pontile, esattamente all’angolo tra via Giuliano da Sangallo e lungomare Paolo Toscanelli, in un’ora non troppo tarda della notte del passato fine-settimana. Mostrano inequivocabilmente una coppia che pratica sesso orale: lei accovacciata e lui in piedi con le spalle poggiate al muro di un’abitazione privata.

Suscita un certo effetto che succeda in un luogo aperto, sul lungomare centrale di Ostia, dove transitano innumerevoli auto a qualsiasi ora. Ma non è che l’ennesima conferma di quello che sono diventate le notti ostiensi, una volta animate dalla movida che richiamava centinaia di migliaia di giovani. Non bastano, dunque, i lampioni spesso spenti, oppure le limitazioni alle attività musicali, o anche l’ordinanza anti-alcol, certe immagini rimandano a quello che succede puntualmente tutte le sere in un’altra zona del lungomare, quella di levante. Tra piazzale Amerigo Vespucci, lungomare Lutazio Catulo e lungomare Caio Duilio, infatti, non è infrequente assistere all’adescamento praticato da donne praticamente seminude, solitamente di provenienza esteuropea, che poi consumano le loro prestazioni nelle viuzze parallele, come via Carlo Piaggia, via Andrea Corsali, via Isabella di Castiglia o il parcheggio di via Valladolid.

Di giorno il “mercato”si sposta sulla Litoranea, dove si prostituiscono soprattutto nigeriane nel mirino recentemente degli incendiari, o su via del Lido di Castelporziano, dove si alternano nigeriane e trans.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome