Pedalata Mare Tevere, in bici da Palocco a Dragona

L’obiettivo è quello di dimostrare come un percorso ciclabile da Casal Palocco al Tevere, sia fattibile con una spesa minima sfruttando il corridoio ecologico rappresentato dagli argini dei Canali di Bonifica o percorsi di campagna. Impresa difficile che ben merita la sfida proposta per domenica 30 Aprile dal Coordinamento dei Comitati Entroterra X Municipio e Ostia in Bici, in collaborazione con Agisco, Humus Sapiens e la Ciclofficina Popolare Acilia.

I CORRIDOI ECOLOGICI DELL’ENTROTERRA

Il gruppo di Ostia in bici, promotore della Ciclopasseggiata Mare-Tevere del 30 aprile

Si terrà per tutta la giornata di domenica 30 aprile la “Pedalata Mare Tevere 2017”, ciclopasseggiata che ha l’obiettivo di mettere in risalto le potenzialità funzionali e fruitive dei corridoi ecologici del territorio quali risorse essenziali per favorire la mobilità ciclopedonale del territorio in sintonia con i valori storico-archeologico e naturalistici del posto. La sfida è quella di dimostrare che collegare in bicicletta la via Cristoforo Colombo, la ferrovia Roma-Lido, la via del Mare e la sponda del Tevere lungo un asse trasversale e parallelo alla linea di costa, oltre che possibile è auspicabile per una mobilità sostenibile.

La biciclettata, gratuita e aperta a tutti, si snoderà attraverso un “percorso ideale”, interamente svincolato dalla mobilità veicolare. Va detto subito, e gli organizzatori lo ribadiscono: “quel percorso, a oggi, è solo parzialmente fruibile”. “La realizzazione di infrastrutture eco-sostenibili come un sovrappasso ciclopedonale e l’approdo fluviale a basso impatto ambientale – evidenziano i cicloamatori – permetterebbe l’attraversamento delle principali arterie stradali e del fiume Tevere, mettendo in collegamento le aree verdi urbane con i quartieri e i grandi sistemi ambientali: Riserva Statale del litorale romano e Pineta di Castel Fusano”.

L’evento si svolgerà nel corso di tutta la giornata. Durante la mattinata la pedalata, che partirà alle 10,00 dalle Terrazze in via Casalpalocco, attraverserà i quartieri di Palocco, Madonnetta e Acilia Sud. Dopo una pausa pranzo presso il Centro Sociale Sportivo di Dragona, presso la pista di pattinaggio di via della Corsesca 1 con attività culturali a cura delle associazioni Agisco e Humus Sapiens, la pedalata riprenderà nell’area storico-naturalistica posta tra Dragona e Dragoncello, attraversando un corridoio naturale importante per l’equilibrio ambientale dell’area e fermandosi per delle tappe storico-naturalistiche curate dai volontari in Servizio Civile Nazionale di Agisco. La pedalata si concluderà alle 16 nel sito della Porta del Parco di Ficana-Monte Cugno.

IMPATTO ZERO SUL TRAFFICO DIRETTO AL MARE

Ovviamente alla manifestazione guardano con attenzione anche gli automobilisti diretti al mare che temono blocchi alla circolazione nei punti di attraversamento delle strade interne. E’ ancora viva la tensione in coincidenza con gli eventi annuali di Critical Mass che per ora non ha fissato ancora la data dell’assalto su bicicletta e su pattini da Roma a Ostia lungo la via Cristoforo Colombo.

un’immagine da Critical Mass Ciemmona Roma 2016

Per chi avesse problemi con la propria bicicletta o ne fosse sprovvisto, la Ciclofficina Popolare Acilia metterà a disposizione la sua professionalità con indicazioni sulla manutenzione e la cura della propria bici, allestendo anche un’asta di biciclette sabato 29 aprile dalle 9 alle 12 presso il centro Sociale Sportivo di Dragona. Per chi fosse interessato a partecipare è gradita la prenotazione al numero di telefono 366.1357921 e sull’evento Facebook creato appositamente. Sarà ad ogni modo possibile seguire in diretta l’evento sulla pagina Facebook @sullaviaostiense.

La ciclopasseggiata del 30 aprile sarà la dimostrazione pratica di quanto sia sentita l’attuazione di un progetto che solo gli addetti ai lavori conoscono ovvero l’Ostia-Enhancement, il progetto Smart City elaborato per il X Municipio di Roma Capitale: finanziabile con i fondi di Horizon 2020,creato da Calipso con il DIAEE della facoltà di Ingegneria de La Sapienza, è un anello di 28 km per riconnettere archeologia, natura e architettura. Presentato dal gruppo di studio, nel 2014 è stato bloccato da una parte della giunta Marino che ha preferito investire sulla Massimina.

IL PIACERE DI SCOPRIRE IL LITORALE IN BICI

Sono diversi i percorsi ciclabili proposti da QL Il Quotidiano del Litorale ai suoi lettori per scoprire le bellezze della costa romana che bene si presta alla pedalata perchè su terreno pianeggiante. In QUESTO proponiamo il tratto sul lungomare sulla pista ciclopedonale dal Pontile al Porto. In QUESTA PAGINA suggeriamo il percorso quasi interamente su pista ciclabile dalla stazione di Ostia Antica fino al Canale dei Pescatori. In QUESTO LINK il consiglio è di sfruttare il marciapiedi sul lungomare per percorrere il tratto tra la stazione di Castelfusano ed il Pontile.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome