Teatro romano di Ostia Antica, estate 2017 tra musica, teatro e cinema

Dai primi di luglio fino alla fine di agosto un ricco programma di spettacoli nel teatro romano di via dei Romagnoli. Le anticipazioni

Torna con la prossima estate la stagione teatrale all’aperto nell’anfiteatro romano di Ostia Antica. La Soprintendenza archeologica ha rilasciato tutti i permessi e ci saranno importanti novità proposte dalla collaborazione con il Teatro Sistina e Cineland, delle quali QL Il Quotidiano del Litorale è in grado di dare ghiotte anticipazioni. L’ufficializzazione del programma fino al 30 luglio è arrivata domenica 18 giugno con QUESTO DETTAGLIO. Dal 3 agosto al 4 settembre, infine, il teatro romano si trasformerà nella più grande arena cinematografica d’Italia.

MAMMA MIA! IN VERSIONE ITALIANA

Sul calendario vige ancora il massimo riserbo. Si sa che ci saranno eventi di carattere internazionale e che nella seconda parte della stagione la cavea da circa mille posti ospiterà un’arena cinematografica.

Il musical “Mamma mia!” in italiano debutterà al tetro romano di Ostia Antica il 7 e 8 luglio

Nella prima parte della stagione, quella che va dai primi giorni di luglio fino al 29 luglio l’anfiteatro ospiterà musica, teatro e persino musical. Per esempio nelle serate del 7 e dell’8 luglio sarà rappresentato il musical “Mamma mia!” finalmente in lingua italiana. A 20 anni dal debutto, il musical da 60 milioni di spettatori nel mondo, portato al cinema da Meryl Streep, forte del successo dei brani degli Abba, infatti arriva per la prima volta in una versione tutta italiana, canzoni comprese, voluta dai produttori inglesi e diretta da Massimo Romeo Piparo. «Sarà il titolo dell’estate e quello che anche in inverno ci farà sentire al mare», racconta il regista. E proprio Ostia Antica con il suo piazzale delle Corporazioni sarà il fondale del debutto italiano il 7 e l’8 luglio. Il cast, poi si  sposterà al Teatro Greco di Siracusa, allo Sferisterio di Macerata, alla Piazza degli Scacchi a Marostica per arrivare al Sistina di Roma a fine anno. Cast da 28 performer.

I RITMI DI DEVENDRA BANHART

Il cantautore statunitense Devendra Banhart suonerà a Ostia Antica l’11 luglio

L’11 luglio nell’anfiteatro all’interno degli scavi archeologici di via dei Romagnoli 717 concerto di Devendra Banhart , cantautore statunitense che ha collaborato con numerosi musicisti, tra cui Antony and the Johnsons, Beck, Vashti Bunyan, Os Mutantes, Swans e Vetiver. Si è esibito con Gilberto Gil e Cateano Veloso e ha fatto parte del concerto curato da David Byrne per la Carnegie Hall.

PINK FLOYD COME A POMPEI

Il 21 luglio, ore 21,00, il concerto “Atom Hearth Mother“. Protagonisti della serata i Pink Floyd Legend che suoneranno nella loro classica formazione alcuni tra i più grandi successi del gruppo britannico, riproponendo integralmente la celebre suite. Nell’occasione saranno accompagnati dal Legend Choir, un ensemble vocale composto da più di cento elementi, oltre a una sezione orchestrale formata dagli Ottonidautore e dal Quartetto Sharareh (quartetto d’archi tutto al femminile) tutti diretti dal Maestro Giovanni Cernicchiaro. L’evento è davvero leggendario perchè ripropone in qualche misura le atmosfere del Live at Pompeii dei Pink Floyd, film-concerto del 1971. Biglietti a 35 euro.

ELEONORA ABBAGNATO E’ CARMEN

Sabato 22 luglio nell’anfiteatro risuoneranno le note spagnoleggianti di Georges Bizet. Va in scena, infatti, “Carmen”, il balletto interpretato dall’etoile dell’Opéra di Parigi, Eleonora Abbagnato. Nel balletto in due atti di Amedeo Amodio, tratto dal racconto di Prosper Mérimée, la bella e conturbante sigaraia Carmen interpretata dalla bionda danzatrice palermitana sarà affiancata da Don José (Amilcar Moret), da Micaela (Giorgia Calenda) e da Escamillo (Giacomo Luci).  Biglietti da 38 euro.

IL POP ELETTRONICO DEGLI AIR

Il 24 luglio sarà la volta degli AIR, acronimo delle parole francesi aka “Amour, Imagination, Rêve” (Amore, Immaginazione, Sogno) ovvero i creatori di successi internazionali rigoroasmente Made in France, Nicholas Godin e Jean-Benoît Dunckel. Formatosi nel 1995 a Versailles il duo di musica elettronica (con eccellenti contaminazioni di rock psichedelico e inflessioni jazz) vanta tra le sue creazioni brani immortali come “Femme D’Argent”, “Sexy Boy”, “Talisman”, o ancora le atmosfere electropop di “Playground Love” nell’album “The Vergin Suicides”, ispirate, secondo gli stessi autori, ai Pink Floyd di Dark Side Of The Moon e scelte nel 2000 dalla regista Sofia Coppola per la colonna sonora dell’omonimo film.

RITMO CON CARMINA BURANA E BOLERO

Giovedì 27 luglio spazio alla musica classica del Novecento. Sul palco salirà un ensemble di ben 200 elementi per interpretare due note opere dai ritmi travolgenti: si tratta dei “Carmina Burana” di Carl Orff e di “Boléro” di Maurice Ravel. Ad esibirsi saranno duecento tra musicisti e coristi, rispettivamente dell’Orchestra della Toscana e del Coro di Roma, la cui direzione è affidata al giovane e apprezzatissimo maestro Daniele Rustioni. Biglietto per posto unico a 23 euro.

PAOLO FRESU IN QUINTET

Il 28 luglio il compositore, trombettista e flicornista italiano Paolo Fresu sarà di scena al Teatro Romano di Ostia Antica con il quintetto composto da Tino Tracanna (sax e compositore), Roberto Cipelli (piano), Attilio Zanchi (contrabbasso) e Ettore Fioravanti (batterista). Prezzo del biglietto a partire da 25 euro.

Paolo Fresu, al centro della formazione in quintet

MARCO MASINI E LA SUA TROMBA

Il 29 luglio concerto di Marco MasiniSpostato di un secondo live“. Ostia Antica è una delle tappe del tour di questo jazzista che ha fatto con successo incursioni nella musica leggera e nel pop. Masini per la musica pop ha collaborato con Ornella Vanoni (anche in veste di produttore del Cd “Argilla”), Beppe Quirici, Ivano Fossati, Alice, Vinicio Capossela, Mimmo Locasciulli, Gianmaria Testa, Piero Marras, I Bertas, Alain Simon, Andrea Parodi, i Tazenda, i Negramaro, gli Stadio, i Nomadi e Ivan Segreto. Inoltre Marco Masini ha scritto e suonato musiche per teatro, cinema, reading di letteratura e poesia accompagnando con le sue note Stefano Benni, Massimo Carlotto, Piera Degli Esposti, Paolo Rossi, Marco Paolini, Giorgio Albertazzi, John De Leo, Giovanni Lindo Ferretti, Lella Costa, Davide Riondino, Gianrico Carofiglio e Gavino Ledda. Biglietto a 39 euro: posto unico.

L’INCOGNITA VIENE DAL CIELO

Dal 3 agosto, poi, il Teatro romano si trasformerà in una grande arena cinematografica. Si tratta di una novità unica nell’uso dell’anfiteatro che sarà dotato di uno schermo gigantesco ed un avveniristico impianto di amplificazione. La programmazione, prevista fino al 10 settembre, è in fase di stesura. Del programma se ne occuperà la direzione di Cineland: è sicuro che saranno proiettate le principali anteprime della stagione invernale 2017/18 ma gli organizzatori stanno lavorando anche alla selezione dei migliori film in concorso al Festival del Cinema di Venezia.

Certamente il programma artistico nel teatro romano di Ostia Antica è una grande scommessa sulla quale punta il Ministero per i Beni e le attività culturali che ha dimostrato grande sensibilità nella recente riapertura del castello di Giulio II. L’incognita maggiore non è il meteo, però, ma il sorvolo degli aerei diretti al vicino aeroporto di Fiumicino. Lo scorso anno, il 13 settembre, il maestro Uto Ughi proprio riguardo alla rumorosità dei velivoli in fase d’atterraggio e per questo a bassa quota rispetto all’area degli Scavi, fu protagonista di un siparietto che fece il giro del mondo e che vi proponiamo nel video d’apertura.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome