Bella vittoria nella prima di campionato dell’under 18 Femminile elite per la Volley Fiumicino

Inizia bene il cammino delle ragazzegiallo- blu nel campionato giovanile, all’esordio nella prima partita fuoricasa a Bracciano portando via i tre punti ed una prova convincente.

Il Team Volley Lago è una compaginedove sicuramente i centimetri non mancano che ha nella n°17 Leonelli l’elementosicuramente più valido specialmente nei fondamentali di battuta e ricezione.

La partita inizia nel segnodell’equilibrio, anzi i padroni di casa sembrano accusare di meno l’emozionedell’esordio e speso riescono a portarsi sopra con break anche importanti.

Il Fiumicino parte contratto: inricezione si fatica a dare palloni nei 3 metri e la Palleggiatrice RebeccaMeja  è costretta a fare gli straordinarifornendo un ottima prova. In battuta qualche errore di troppo vanifica itentativi di rimonta. E’ la gestione e la continuità in attacco del CapitanoGiorgia Ranucci, assieme ai palloni mesi giù dall’opposto Balsi che consenteagli ospiti di rimanere attaccati alla partita. La svolta del set arriva quandola battuta del Fiumicino inizia ad essere meno fallosa e a metterecostantemente sotto pressione i liberi del Team Lago, decisamente in giornatano. Così grazie anche ad una difesa attenta, pian piano le ragazze di CoachAlimenti riescono a recuperare lo svantaggio, e trovando la giusta sicurezza escioltezza, a portarsi  sopra e chiudereil set a loro vantaggio.

Il secondo parziale parte megliocon il Fiumicino che continua a sfruttare le incertezze avversarie inricezione, mentre le centrali Sokic e Franceschinipensano a fermare a muro  i tentativi dei padroni di casa dirisollevarsi; I pochi palloni che passano vengono controllati dal LiberoMalinconico che organizza meglio la linea di ricezione permettendo al Fiumicinodi sviluppare il suo potenziale di attacco.

Il Coach giallo – blu nel corso delset effettua numerosi cambi; entra il Libero Latanzio che superata l’emozioneiniziale  e presa la giusta confidenzacon il campo, fornisce un ottima prova di carattere prendendosi responsabilitàsu molti palloni, anche nella fase di ricostruzione. Di Bianco permette aRovito di tirare il fiato, e consente di aumentare la continuità in attacco nonsbagliando neanche una palla di quelle che le vengono servite. Il doppio cambioAngelini su Meja e Natalini su Blasi, già visto nel primo set, e riproposto nelterzo, e un’altra delle armi in più del Fiumicino. Angelini durante il corsodella gara riesce ad essere costante e continua nelle fasi di gioco quando lanecessità primaria era proprio non sbagliare; Natalini fa girare l’attacco alcentro e distribuisce palloni precisi sulle ali. Il Fiumicino dilaga e si portasul 20-12 per poi chiudere con facilità il set.

Nelle giovanili uno degli aspettida tenere di più sotto controllo è quello mentale, e la squadra ospite, questodeve imparare ancora a farlo, così nel terzo parziale invece di partireconvinte per chiudere il set il Fiumicino entra in campo scarico permettendoalle avversarie di riaprire l’incontro: la difesa è approssimativa, le battutenon sono più incisive, troppi gli errori in attacco.

Il muro regge ancora elimita i danni, ma le gambe delle ragazze giallo- blu proprio non voglionosaperne di spostarsi per la ricezione o piegarsi in difesa. In campo c’è moltaconfusione, e anche le cose facili, come gli appoggi vengono fatte male. IlTeam lago non approfitta quanto potrebbe e con qualche errore di troppo tiene agalla le avversarie.

E’ il martello Asia Rovito chesuona la carica e fa rimette in moto il Fiumicino. Pur soffrendo anche lei i

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome