Via di Pianabella, un muro divide Ostia da Ostia Antica (VIDEO)

Percorrendo via di Pianabella ci si trova di fronte a un muro che impedisce l’uso del tracciato come via di comunicazione, di sport e di turismo

A Pianabella un muro divide Ostia Antica da Ostia. Un limite invalicabile, fatto di ringhiere, cemento armato, filo spinato e persino telecamere che impedisce di unire in un percorso ecologico, da coprire a piedi o in bicicletta, da via di Castelfusano fino a via dei Promontori. Una beffa che sfugge persino all’amministrazione che, beffardamente, lo segnala con tanto di cartelli come percorso consigliato per raggiungere il mare da Ostia Antica.

La tabella che indica il percorso di via di Pianabella che finisce contro un muro

Per fortuna non sono tanti i visitatori che seguono l’indicazione che le autorità turistiche comunali hanno posizionato a Ostia Antica per raggiungere il mare a piedi passando per via di Pianabella. Altrimenti il livello della figuraccia sarebbe internazionale. La strada in terra battuta che origina da via di Castelfusano costeggiando il cimitero, è una delle più suggestive del litorale romano. Attraversa la campagna e i campi coltivati a prato inglese (il famoso pratopronto in uso anche sul terreno di gioco dello stadio Olimpico), si tuffa nella storia nei pressi della dimenticata necropoli, vive la suggestione del passaggio dei treni della Roma-Lido, rivela cumuli sotto i quali si intuiscono resti dell’antica Roma, affonda nella pineta di Procoio ma, arrivati a Ostia, si blocca davanti a un muro.

Non sbocca nel tessuto urbano, infatti, via di Pianabella. Per trovare un varco il visitatore, deve percorrere almeno un chilometro, dalla linea ferroviaria fino a via Capo Le Colonne, quasi in corrispondenza con lo stadio Stella Polare. L’accesso alla strada, lungo il tragitto, è impedito prima dalle ringhiere della scuola “Capo delle Armi” e del tecnico industriale “Faraday”, poi, nell’ordine, dal Centro Delta (magazzini della Polizia di Stato), dal Commissariato Lido e da una serie di abitazioni.

La zona vista dal satellite: in rosso il lungo muro che costeggia la pineta di Procoio e via di Pianabella

Eppure, sarebbe stato utile poter sfruttare quella via di comunicazione tra Ostia e Ostia Antica, alternativa alla pericolosissima via Ostiense, non tanto per chi volesse raggiungere il cimitero e da lì il borgo ai piedi del Castello di Giulio II, quanto invece per gli appassionati di footing o running, per i ciclisti e per quelle forme di turismo sempre più diffuse come il trekking.

Chissà che tra i tanti candidati presidenti alle elezioni del X Municipio non ci sia chi si impegna ad aprire un varco che, magari, costeggiando il muro della ferrovia, consenta di sfociare su via Capo delle Armi.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome