Confronto tra il mercato azionario e le valute criptate

Quali sono le somiglianze e le differenze tra il mercato azionario e i cripto-attivi?

Se siete appassionati di cripto-moneta e conoscete le basi di come funziona il mercato azionario, avrete probabilmente notato che ci sono molte somiglianze tra questi due mondi.

In entrambi i casi, è possibile acquistare e rivendere beni mobili, realizzare un profitto e investire in progetti vari e diversificati. Leggere sempre con attenzione la stampa specializzata e tenersi il più possibile informati sugli sviluppi.

Ma ci sono anche differenze fondamentali tra queste due aree.

La borsa, ad esempio, è stata istituita da diversi secoli e il suo funzionamento è istituzionalizzato, circondato da leggi e organi ben definiti. Una gran parte dell’economia funziona grazie ad essa.

La crittovaluta, invece, è ancora molto nuova. La Bitcoin è stata lanciata solo nell’ottobre 2008 e lo sviluppo del settore è ancora agli inizi. Non tutti i governi del mondo l’hanno esaminata, quindi è ancora un mondo in cui gli schemi piramidali e altri insider trading sono comuni, in quanto non sono punibili dalle leggi nella loro forma attuale.

Alcuni prevedono che l’universo cripto-attivo rappresenti il futuro del mercato azionario così come lo conosciamo oggi. Altri sono più cauti e parlano di un mercato parallelo. Ma tutti concordano sul fatto che la quota delle valute criptate nell’economia reale aumenterà a spese del mercato azionario.

Attraverso questo articolo, faremo un confronto tra le valute criptate e il mercato azionario. Parleremo dei punti in comune, ma anche delle differenze fondamentali tra queste due modalità di finanziamento.

Il sistema IPO e ICO

Quando una società decide di quotarsi in borsa, effettua la cosiddetta offerta pubblica iniziale (Initial Public Offering – IPO). Si tratta di un’operazione di raccolta fondi che permette alla società di finanziare i propri progetti offrendo azioni in cambio.

Le IPO sono generalmente accessibili solo a gruppi ristretti di persone e sono molto regolamentate. È molto difficile, se non impossibile, per un individuo partecipare a una tale raccolta di fondi.

Nel mondo della cripto-moneta, si parla piuttosto di “Initial Coin Offering” (ICO), che potrebbe essere tradotto come un’introduzione al mercato. Questo permette anche di finanziare il/i progetto/i relativo/i a questa cripto-moneta e offre in cambio agli acquirenti quelli che vengono chiamati gettoni.

Le ICO sono accessibili a tutti, ad eccezione di alcuni paesi come gli Stati Uniti o la Cina, che vietano ai loro cittadini di parteciparvi (con un successo abbastanza moderato). I gettoni sono solitamente acquistati pagando con altri cripto-attivi come Ethereum o Neo.

Questo modo di organizzare una raccolta di fondi è molto poco o per nulla regolamentato. Molte ICO fraudolente hanno già avuto luogo, con l’unico scopo di rubare denaro che ingenui avevano deciso di investire nel progetto.

Gettoni e azioni

Nel mondo della cripto-moneta, ci sono diversi tipi di gettoni. Da un lato ci sono i gettoni di utilità, che offrono agli utenti l’accesso ad un servizio specifico. D’altra parte, ci sono quelli che vengono chiamati “gettoni di sicurezza” e “gettoni di equità”:

  • I “gettoni azionari”, che potrebbero essere tradotti come gettoni, sono in realtà una parte della società in questione, trasposta sulla catena di blocco. Il gettone è, per dirla in un altro modo, una rappresentazione crittografica di un titolo finanziario relativo alla società che lo ha emesso. Essa conferisce quindi il diritto di voto nelle assemblee generali della suddetta società, alla stregua di una quota di una società acquisita attraverso la borsa.
  • Per “gettoni di sicurezza”, è un po’ più complicato. Si tratta di una categoria a parte, che è apparsa con le cripto valute. Sono gettoni che danno l’illusione di un qualche tipo di potere, ma in realtà non danno ai loro titolari alcun diritto sulle decisioni della persona (azienda o meno) che gestisce il cripto-agente in questione. Sono semplicemente dei gettoni il cui valore deriva dal successo del cripto-attivo in questione. Non sono quindi in alcun modo paragonabili ai gettoni, in quanto sono stati spogliati dei relativi diritti di voto. Alla fine, se si dovesse fare una traduzione in francese, si potrebbe parlare di “gettone dell’investitore”, un termine generico che non implica diritti concreti.

Sul mercato azionario, un’azione offre sempre le stesse garanzie:

  • Una quota della società.
  • Il diritto di voto secondo il seguente criterio: 1 azione = 1 voto.
  • Dividendi sugli utili generati dall’azienda.
  • Il diritto di partecipare all’assemblea generale una volta all’anno.

I diversi gettoni non offrono queste garanzie, ad eccezione dei gettoni di stock che sono ancora oggi molto rari. Questi diritti di voto e di dividendo valgono quindi generalmente solo per le azioni che acquistate sul mercato azionario.

Un’utilità di tipo cripto-attivo offre servizi totalmente diversi a seconda del progetto:

  • Segnali di trading.
  • Sconti sulle commissioni di transazione.
  • La possibilità di accedere ad un’applicazione decentralizzata.
  • Ecc.

Un gettone investitore di tipo cripto-attivo di solito non offre nulla, se non la speranza di un futuro aumento del suo valore.

Dividendi

Come abbiamo visto nel punto precedente, i dividendi sono specifici del sistema borsistico. Ogni società distribuirà dividendi ai propri azionisti se avrà realizzato utili e se non deciderà di reinvestire tutto per aumentare la propria crescita.

Tuttavia, alcune valute criptate possono offrire dividendi camuffati in varie forme:

  • Distribuendo royalties sulla performance di un fondo d’investimento decentralizzato. Questo è ad esempio il caso di NapoleonX (NPX).
  • Grazie ad un sistema di nodi centrali (masternodo), l’utente può immobilizzare i suoi gettoni e mettere a disposizione del pubblico un server costantemente in funzione, al fine di ricevere un reddito passivo. Questo è il caso dei cripto-attivi come TOMO o DASH.
  • I detentori di determinate valute crittografiche possono ricevere gratuitamente alcune copie di gettoni ICO utilizzando la loro catena di blocco per realizzare questo processo. Questo è un meccanismo chiamato “airdrop”. Un esempio è Wanchain e il suo progetto CryptoCurve: i possessori di monete Wanchain hanno ricevuto gratuitamente gettoni CryptoCurve in proporzione alla quantità di monete Wanchain detenute.
  • Alcuni gettoni di scambio (cioè i gettoni creati da società di scambio di cripto-valuta), come COSS, KuCoin Shares o Cryptopia Shares, permettono ai suoi titolari di ottenere ad intervalli regolari una frazione delle commissioni pagate dagli utenti alla società di scambio. Questi ricavi, che dipendono quindi dai profitti dell’azienda, non sono esattamente dividendi dal punto di vista legale, ma sono certamente i più vicini ai dividendi in tutto il mondo del cripto-money. Va notato, tuttavia, che i gettoni che permettono di ottenere questi “quasi-dividendi” non conferiscono in alcun modo il diritto di voto nelle assemblee generali delle società interessate: i titolari non sono soci della società e non hanno voce in capitolo se non gradiscono qualcosa del sito. Inoltre, il valore dei dividendi guadagnati non è garantito e può diminuire improvvisamente se la società lo decide, poiché non esiste una legge che garantisca la percentuale dovuta dalla società ai detentori di gettoni.
READ  ZeBitcoin: consigli e tutorial su come usare il crypto-shop

Da un punto di vista lessicale, non si può parlare di dividendo, ma in pratica si tratta più o meno della stessa cosa.

La differenza di volatilità

Un mercato giovane è intrinsecamente immaturo. Di conseguenza, la volatilità dei prezzi può essere considerevole. Non è raro vedere una moneta criptata perdere il 30% del suo valore in un giorno o vedere la sua capitalizzazione moltiplicata per 2.

In borsa, se un asset si muove in più punti in un solo giorno, si parla di cataclisma.

Tuttavia, notiamo che la volatilità sul mercato delle cripto-valute tende a diminuire drasticamente. Ad esempio, nel 2016 il bitcoin era meno volatile di un barile di petrolio. L’estrema volatilità dei primi anni scomparirà gradualmente, lasciando il posto a un mondo in cui le cripto valute non sono meno stabili del tradizionale mercato azionario.

Il livello di professionalità

Il mercato azionario è essenzialmente una questione di professionisti. Tutte le grandi banche, tutte le più grandi istituzioni, i maggiori istituti, i fondi pensione, le compagnie di assicurazione sono sul mercato azionario.

Sul mercato operano operatori professionali estremamente formidabili. Numerosi robot aiutano nel processo decisionale, o prendono le decisioni da soli. Potenti algoritmi indicano le migliori decisioni da prendere secondo criteri specifici.

In breve, il mercato azionario è essenzialmente il business di persone esperte del settore. L’aspettativa di vita di un individuo sul mercato azionario è molto breve perché non può realmente competere con queste persone, istituzioni o programmi.

Nel cripto-money, le cose sono diverse. Per il momento, il mercato è composto principalmente da dilettanti. In genere hanno poche capacità tecniche e reagiscono con forza alle emozioni. Alcuni dicono, ironicamente, che il mercato dei criptoattivi è un mercato di scimmie.

Molti progetti che probabilmente non sarebbero riusciti a raccogliere un solo centesimo sulla borsa classica sono riusciti, ad esempio, a raccogliere diversi milioni (o addirittura miliardi) senza alcuna difficoltà grazie al cripto-money.

Manipolazione dei prezzi

A causa della quasi totale assenza di regolamentazione nelle valute criptate, tutto ciò che è proibito in borsa è permesso su questo mercato. Non è esplicitamente consentito, ma poiché non è chiaramente vietato, allora dobbiamo essere consapevoli che non tutti gli squali finanziari si priveranno di utilizzare questi vantaggi a loro vantaggio.

L’insider trading è una cosa naturale per i cripto-attivi. Si può essere sicuri e certi che le informazioni che possono far salire o scendere i prezzi saranno conosciute e trasmesse prima che le informazioni siano rivelate al pubblico. Questo è ovviamente totalmente illegale in borsa ed è punibile per legge.

Molte “notizie false” sono diffuse anche dalle balene più grandi e/o dalle organizzazioni mediatiche a cui sono affiliate. A causa dell’immaturità del mercato, i piccoli investitori reagiscono fortemente a questo tipo di notizie e i prezzi ne risentono direttamente, il che permette a queste balene di realizzare enormi profitti.

Anche se alcuni antisistemici pensano che le cripto valute siano un’alternativa “più gentile” alla finanza tradizionale, bisogna essere consapevoli di due cose molto importanti:

  • Di fronte agli squali della finanza, con reti enormi, hardware potente e un’esperienza secolare, non possono competere con loro.
  • Gli squali finanziari non sono ancora molto presenti per il solo motivo che si tratta di un piccolo mercato.

Così, non appena il cripto-money crescerà e diventerà più conosciuto, il mercato diventerà proporzionalmente più pericoloso. Una regolamentazione completa sarà quindi molto più vantaggiosa per loro che non una regolamentazione.

La portata della speculazione

Si critica costantemente che le cripto valute non si basano su nulla e che non c’è creazione di ricchezza a sostegno di questa crescita.

Allo stato attuale del mercato (novembre 2018), non è possibile dimostrare che queste persone abbiano torto. Quasi tutte le attività di cripto-valuta sono ancora in fase di progetto. Pochissimi hanno già un prodotto valido che possa essere utilizzato dai clienti target.

READ  Binance: consigli e tutorial in francese per lo scambio di valute criptate

Attualmente, il valore delle correnti crittografiche è quindi quasi esclusivamente speculativo. Fintanto che non saranno stati compiuti progressi concreti, questo rimarrà vero.

In borsa, tutte le aziende hanno un’attività economica che genera profitti. Anche se a volte si verificano dei fallimenti, l’intero mercato azionario è un creatore di ricchezza.

Il valore delle società che operano sul mercato azionario, sebbene vi sia un certo valore speculativo, si basa principalmente sulla capacità di queste società di generare profitti attraverso le loro attività economiche. Questa capacità di generare profitti viene tradizionalmente analizzata secondo un gran numero di parametri, come spiegato di seguito alla voce “Analisi fondamentale”.

Contrariamente a tutto questo, il valore di una moneta criptata è generalmente solo il risultato di movimenti di folla senza alcuna logica, o di manipolazioni che sarebbero illegali sul mercato azionario. Solo i più grandi hanno superato questo problema; e anche tra le cripto valute più quotate, molti vedono ancora il loro prezzo almeno in parte influenzato da movimenti del tutto irrazionali.

Detto questo, ciò non significa che il cripto-money non abbia un valore intrinseco. I loro obiettivi e gli utenti possono cambiare nel tempo, apportando diversi criteri di valutazione. E il miglior esempio di questo è il Bitcoin, poiché è stato progettato per essere la moneta del popolo, e ora serve solo come metro di valore, come l’oro.

Il livello di regolamentazione

Il mercato azionario è un mercato strettamente regolamentato. Anche se chiunque può utilizzare qualsiasi mercato, ci sono leggi diverse che si applicano a mercati diversi. La Francia non avrà le stesse regole degli Stati Uniti o del Giappone, ad esempio.

Il mondo del cripto-money, a parte qualche piccola regolamentazione o divieto, è essenzialmente un mercato non regolamentato. Non esistono regole stabilite che autorizzino o vietino chiaramente determinate attività. Questo può quindi lasciare il campo aperto a molte persone senza scrupoli nel fare ciò che vogliono in questo mercato.

Tuttavia, poco a poco le cose cominciano a cambiare. Sempre più Stati cominciano a voler mettere un po’ d’ordine, e l’argomento è stato addirittura messo all’ordine del giorno del vertice del G20 in Argentina nel 2018.

I mercati a lungo termine sono aperti

A causa della regolamentazione della borsa, è necessario definire un orario di apertura e di chiusura per poter verificare che tutto sia avvenuto nel rispetto delle norme vigenti. Le borse più grandi sono aperte dal lunedì al venerdì durante l’orario d’ufficio.

Considerando la differenza di fuso orario tra Asia, Europa e America, si può trovare uno scambio aperto in qualsiasi momento della giornata. Ma non sarà possibile negoziare su quelli che sono chiusi a causa dell’orario d’ufficio.

Il mercato dei criptoattivi è aperto 24 ore su 24, 7 giorni su 7. Non chiude mai e tutti i siti di trading sono accessibili in qualsiasi momento senza alcuna restrizione. I siti di scambio non saranno disponibili solo durante gli aggiornamenti del sito, o quando incontrano problemi tecnici (manutenzione).

Identificazione dei possessori di gettoni e di azioni

Sul mercato azionario esistono principalmente due tipi di azioni:

  • Azioni nominative, che identificano chiaramente la persona che le possiede.
  • Azioni al portatore, che non consentono di attribuire un nome ai titolari di tali azioni.

Sebbene le azioni al portatore tendano a scomparire a causa delle misure sempre più severe adottate per combattere il riciclaggio di denaro, la frode fiscale e il terrorismo, questo tipo di azioni esiste ancora e garantisce un certo anonimato.

Per i criptoattivi, è in pratica relativamente difficile conoscere l’identità esatta di un detentore di criptoattivi. È possibile sapere quale indirizzo del portafoglio ha un particolare cripto-attivo quando il cripto-attivo non è anonimo, ma saranno necessarie ulteriori indagini per collegare un nome con l’indirizzo del portafoglio.

Tuttavia, l’identità delle persone è richiesta nei seguenti processi:

  • Quando si partecipa a un ICO. Soprattutto per verificare che non siate americani o cinesi.
  • Se desiderate aumentare i vostri limiti di prelievo su alcuni siti di scambio.

A parte queste due misure che possono collegare il vostro nome a determinate transazioni, possiamo quindi dire che la maggior parte dei gettoni possono essere considerati come chip al portatore.

Analisi tecnica

L’analisi tecnica è un processo che consiste nello studiare l’evoluzione dei prezzi attraverso il grafico del prezzo di un cripto-attivo o di un’azione.

Questo strumento permette di rilevare varie tendenze secondo un pannello di indicatori. Una volta individuate queste tendenze, sarete in grado di implementare una strategia in grado di generare profitti.

L’analisi tecnica fa meraviglie sulle azioni perché il mercato è popolato quasi esclusivamente da utenti di questo processo, il che rende tutti i loro movimenti prevedibili.

Per quanto riguarda le valute criptate, le opinioni sono piuttosto contrastanti. Alcuni ritengono che l’analisi tecnica sia utile, mentre altri pensano che sia assolutamente inutile perché il mercato della cripto-valuta è molto pesantemente manipolato da alcune balene, e i movimenti di folle in preda al panico possono avere effetti imprevedibili.

Inoltre, deve essere considerata anche la liquidità dei mercati studiati. Alcuni cripto-asset hanno una capitalizzazione e un volume estremamente bassi, il che significa che una persona con poche centinaia o migliaia di euro può far salire o scendere i prezzi in modo molto significativo.

L’analisi tecnica necessita di una capitalizzazione e di un volume minimi affinché gli indicatori possano riflettere una certa realtà. Senza questo, il minimo ordine di acquisto o di vendita distorcerà totalmente l’analisi del grafico e gli indicatori non saranno di alcuna utilità.

READ  Elenco dei migliori portafogli per conservare i vostri Bitcoins (BTC)

Analisi fondamentale

L’analisi fondamentale è un processo che consiste nello studio del progetto nel suo complesso. Sia per le aziende quotate in borsa che per le aziende che operano nel mondo delle valute criptate, il ragionamento da avere è più o meno lo stesso. Solo il modo di documentarsi presenta alcune differenze significative.

A differenza dell’analisi tecnica, l’analisi fondamentale si basa sull’essenza del progetto. È un’analisi che permette di capire come l’azienda intende raggiungere i propri obiettivi. Essa esamina le diverse strategie che propone, le persone che sono responsabili di questo o quel compito, la data di implementazione di alcune nuove caratteristiche, il valore del patrimonio aziendale, ecc.

Alcuni ritengono che solo l’analisi fondamentale significhi qualcosa per valutare il potenziale di un cripto-attivo. Altri ritengono che l’analisi fondamentale debba essere abbinata all’analisi tecnica. Ma tutti concordano sul fatto che l’analisi fondamentale è importante per un progetto di cripto-soldi.

Nel mercato azionario, l’analisi fondamentale è piuttosto utilizzata da chi vuole investire come “buon padre”. Saranno scelti solo i progetti più forti. L’analisi tecnica sarà utilizzata dai trader per i quali il profitto immediato è l’interesse principale. Naturalmente, ognuno di questi due tipi di investitori utilizzerà le indicazioni di questi due metodi per investire in modo ottimale e massimizzare i potenziali profitti.

Principale differenza tra una società quotata in borsa e un crypto-money

Come abbiamo visto, le aziende che operano sul mercato azionario e quelle che operano nel settore della cripto-valuta hanno lo stesso obiettivo: creare valore offrendo un prodotto o servizi utili alle persone.

Ma non abbiamo parlato della differenza fondamentale tra le aziende quotate in borsa e quelle finanziate da criptoattivi: la blockchain!

Un’azienda che opera nel mondo della cripto-valuta utilizza la blockchain per realizzare il suo progetto. È persino un obbligo se vuole sperare di raccogliere denaro. Lo sviluppo dei prodotti o dei servizi dell’azienda può avvenire solo grazie alla tecnologia blockchain.

In alcuni casi, dove le aziende hanno trovato più facile raccogliere fondi attraverso un ICO che attraverso un IPO, si è scoperto che la catena di blocco non è affatto essenziale per il progetto. Era solo un accordo per facilitare l’accesso al capitale. Quindi bisogna fare attenzione prima di investire e verificare attentamente se la blockchain è davvero utile per il progetto o meno. Se non lo è, probabilmente è una truffa.

Il numero di truffe

Il mercato azionario è altamente regolamentato e non si può fare quello che si vuole su di esso. Molte legislazioni sono state concepite per punire con la legge le persone che non rispettano le regole.

Ma questo regolamento non è avvenuto da un giorno all’altro. La prima istituzionalizzazione della borsa ebbe luogo a Bruges (Belgio) nel 1409. La prima borsa francese organizzata risale al 1540 e si svolse a Lione. Quindi la borsa esiste da più di 600 anni.

Durante questo lungo periodo di oltre sei secoli, sono gradualmente emerse delle regole per stabilire un quadro rigoroso che disciplini queste pratiche. Ma le cose sono state fatte gradualmente e i maggiori progressi sono stati fatti dopo uno scandalo o una grave crisi, in modo che non si ripetano in futuro.

Il Libro Bianco Bitcoin è stato pubblicato nell’ottobre 2008. Quindi le criptovalute hanno solo una decina d’anni. Le normative sono quasi inesistenti e di conseguenza molte truffe si sono già verificate e continuano a verificarsi.

È persino un flagello che mina la fiducia che i privati possono avere nei cripto-attivi.

Metodi di comunicazione

La comunicazione intorno alle valute criptate avviene quasi esclusivamente via internet. Esistono diversi supporti:

  • Twitter.
  • Forum specializzati.
  • Gruppi di discussione su Telegramma, Discordia o Skype.
  • Sui siti delle valute criptate.
  • Alle conferenze sui criptoattivi.
  • Ecc.

Anche se a lungo termine le informazioni di borsa dovrebbero convergere verso un sistema equivalente, esistono stampa cartacea specializzata, call center che trasmettono informazioni ai trader, incontri con gli investitori, ecc. Questi mezzi di comunicazione non esistono (o esistono solo in modo insignificante) per i cripto-attivi.

Conclusione

Eccoci alla fine del nostro articolo che spiegava le somiglianze e le differenze tra il mercato azionario e le valute criptate.

Come abbiamo visto, in entrambi i casi, si può dire che si tratta di aziende che cercano di creare prodotti o servizi per generare ricavi, la particolarità è che le cripto-currency hanno bisogno della catena di blocco per realizzare il loro progetto.

Le somiglianze tra i due mercati sono molto maggiori delle differenze. Tuttavia, va notato che ci sono alcune importanti differenze che non devono essere trascurate se si vuole essere un investitore competente in ciascuno di questi mercati.

Il mercato del cripto-money è ancora giovane e le cose stanno cambiando molto rapidamente in questo settore. Si consiglia quindi di seguire da vicino l’attualità per essere il più possibile aggiornati sui cambiamenti.

È anche importante capire che le valute crittografiche richiedono competenze simili a quelle necessarie in borsa. Il mercato degli asset criptati non è più facile da gestire di quello della borsa tradizionale. Certo, il pubblico attuale ha un rapporto di dilettanti più elevato rispetto alla borsa, ma a lungo termine questo dovrebbe equilibrarsi.