Cos’è l’Ethereum Name Service?

Quando si effettuano transazioni attraverso la rete Ethereum, è necessario indicare l’indirizzo della persona che le riceverà. Questi indirizzi non sono molto gradevoli all’occhio umano, ma sono molto adatti al funzionamento dell’Ethereum. Chi non vorrebbe, invece di inviare una stringa di caratteri illeggibile, indicare semplicemente una sorta di indirizzo nominativo, come un indirizzo e-mail? Questo è ciò che fa l’Ethereum Name Service, un servizio di nomina open source e decentralizzato.

Servizio Nome dell’Etereum

L’Ethereum Name Service (ENS) è in origine uno standard di indirizzo dell’Ethereum più facile da usare, nella forma (per esempio) di guillaume.eth. L’obiettivo era quello di permettere l’uso di questi indirizzi su diverse applicazioni dell’Ethereum, con l’idea che possano essere accettati e letti dall’EVM. Ma gli indirizzi pubblici non sono l’unico tipo di dati che possono essere resi più leggibili. Infatti gli indirizzi smart-contract, i loro codici ABI e altri dati possono essere gestiti anche da ENS.

Ethereum Name Service vuole diventare il DNS (Domain Name Service) di Internet 3.0. È questo DNS per esempio che vi permetterà di accedere a Cryptoast digitando cryptoast.fr nel vostro browser invece di 192.168.255.276 per esempio.

Come funziona il servizio dei nomi dell’Etereum

ENS opera su base di dominio, come i nomi a dominio dei siti web odierni. Questi domini sono collegati ad un Ethereum smart-contract, e il proprietario del dominio è il gestore dei sotto-domini. Può quindi amministrarli, crearne di nuovi o rivenderli. I domini principali come .eth o .test sono casi particolari. Quest’ultimo ha stabilito regole che consentono l’acquisto di sottodomini. È con questi smart-contract che dovete interagire per ottenere la proprietà del dominio di vostra scelta.

ENS si affida a un grande registro per registrare lo stato di tutti i domini che gestisce. Si tratta tecnicamente di uno smart-contract centrale, che manterrà l’elenco di tutti i domini e degli affiliati. Troveremo in particolare in questo registro tre informazioni importanti:

  • Il proprietario del dominio. Può essere un utente dell’Ethereum, ma anche un altro smart-contract che ridistribuisce i sottodomini affiliati.
  • A cosa è diretto il dominio (indirizzo ethereum, smart-contract…)
  • La registrazione dello stato passato e presente del dominio.
READ  Binance: consigli e tutorial in francese per lo scambio di valute criptate

Una volta che si diventa proprietari di un dominio, si ha accesso a un certo numero di diritti su questo dominio. Ad esempio, è possibile specificare l’indirizzo a cui punterà il dominio, ad esempio un indirizzo Ethereum. Potete anche trasferire l’immobile (vendita, donazione…) ad un altro utente o ad uno smart-contract. Finalmente potete godervi i sottodomini della vostra proprietà, e quindi specificarne i proprietari.

Namehash

Se l’uso di un dominio come cryptoast.eth è molto semplice per l’occhio umano, lo è molto meno per gli smart-contracts. Per questo motivo e per ottimizzare la gestione delle risorse sull’EVM, l’ENS funziona solo con hash a 256 bit. Questo permette di conoscere in anticipo il numero di caratteri che lo smart-contract deve gestire. Il namehash è un processo ricorsivo che permette di generare un hashish unico per ogni dominio considerato valido. Ad esempio ENS tratterà il nome di dominio alice.eth come 0x787192fc5378cc32aa956ddfdedbf26b24e8d78e40109add0eea2c1a012c3dec.

Acquista un dominio Ethereum Name Service

Se desiderate acquistare un dominio ENS, dovrete partecipare ad un’asta speciale. Vi spiego le varie fasi della loro operazione:

  • Se un utente desidera acquistare un dominio ed è disponibile, deve avviare un’asta. Quest’ultima dura tre giorni, e durante questo periodo ogni utente è libero di fare un’asta. Le offerte sono riservate e quindi cieche per quanto riguarda i vostri potenziali concorrenti.
  • Una volta terminato il periodo di tre giorni, è l’inizio della divulgazione dell’offerta. I partecipanti hanno due giorni di tempo per rivelare le loro offerte, dove si perderanno. Se la tua scommessa non è la più generosa, ti verrà restituita meno la quota dello 0,5%.
  • Alla fine del secondo periodo, il vincitore è la persona che ha rivelato la scommessa più alta. Tuttavia, il vincitore dovrà pagare solo il valore della seconda offerta più alta. Il vincitore dovrà poi completare una transazione speciale per ottenere la proprietà del patrimonio e ricevere la differenza tra la sua offerta e il prezzo da pagare.

EDIT: Questa procedura è ora molto più semplice e richiede solo pochi minuti e due transazioni dell’Ethereum.

Una volta che il nome a dominio è di vostra proprietà, potete utilizzarlo per tutto il tempo che volete. Una volta che avete posseduto un nome a dominio per almeno un anno, potete liberarvene per ottenere la vostra quota.

READ  Storia, natura e filosofia del cripto-money

Si prega di notare che questo sistema è per i nomi a dominio più lunghi di 7 caratteri. I nomi a dominio più corti sono più rari e più richiesti e quindi beneficiano di un trattamento speciale. Questi nomi a dominio sono soggetti ad aste speciali, più lunghe e fisse. Si prega di informarsi sulle date delle aste per i domini in base alle loro dimensioni. Ad esempio, a settembre sono stati messi in vendita domini da tre a sei caratteri.

È così che funzionano le aste, ma come si fa a prendere possesso di un dominio dell’Ethereum? Ecco un elenco di diversi metodi per partecipare a queste aste.

Dominio della società di registrazione

L’applicazione dedicata, decentralizzata, con dominio di registro, consente di gestire facilmente le aste e di accedere ai cataloghi dei domini disponibili. Dovrete semplicemente collegarvi attraverso un provider come Metamask, ad esempio.

L’applicazione dei domini ENS

Questo sito web permette di cercare il dominio di vostra scelta per diventarne il proprietario. Se il vostro dominio è disponibile, il sito vi mostrerà il prezzo di noleggio per la durata desiderata. Per esempio, ho cercato il nome di dominio guillaume-chanut.eth. Era disponibile per 0,031 ETH all’anno, ovvero circa 5 dollari. Questo esploratore di domini permette anche di trovare informazioni disponibili sui domini che hanno già un proprietario. Ad esempio il dominio Bitcoin.eth non è disponibile fino a maggio 2025.

Prossime caratteristiche

ENS intende continuare il suo sviluppo e offrire sempre più servizi ai propri utenti, in primo luogo ampliando il pannello dei portafogli compatibili con il loro sistema di nomi di indirizzi, che attualmente contiene una ventina di partner, ma anche offrendo più domini diversi. Essi desiderano inoltre sviluppare le loro funzionalità di “record di testo” attualmente disponibili, che consentono di creare un profilo collegato ad un indirizzo Ethereum smart-contract. In questo modo è possibile implementare una sorta di biglietto da visita virtuale sulla rete dell’Ethereum. Questa funzionalità è disponibile da qualche mese, ma recentemente è stato presentato uno strumento più semplice per gestire il vostro profilo. Alla fine, ENS vuole implementare il Gravatar di Internet 3.0.

READ  Portafoglio Bitcoin: 10+ migliori portafogli crittografati

FAQ

Ecco un adattamento di alcune delle domande più frequenti e rilevanti sul servizio dei nomi dell’Ethereum.

Quali portafogli e applicazioni decentralizzate supportano le ENS?

I portafogli disponibili sono :

  • AlphaWallet
  • Argento
  • Cifra
  • Portafoglio D’Cent
  • imToken
  • LETH
  • Opera
  • Opera Touch
  • Pandax
  • Stato
  • Metamask
  • MyCrypto
  • MyEtherWallet

Le applicazioni disponibili sono :

  • Aragona
  • Bitfinex
  • Emoon
  • Encirca
  • Enjinx
  • Etherscan
  • ETHSimple
  • Fabrx
  • Kred
  • MailChain
  • meVu
  • Mintbase
  • Multis
  • OpenSea
  • POAP
  • Portale
  • SpiderDEX
  • Sciame
  • Coppia
  • Totem
  • UniSwap
  • Accesso universale

Posso cambiare il reindirizzamento di un nome a dominio?

Sì, dopo l’acquisto di un nome a dominio è possibile modificare completamente ciò che il vostro dominio verrà reindirizzato. Puoi farlo fintanto che sei il proprietario del dominio in questione.

Se possiedo un mio nome a dominio, posso creare dei sottodomini?

Sì, è possibile creare sottodomini ai domini che si possiedono. È anche possibile trasferire la proprietà di questi sottodomini ad altri utenti. Se si vuole andare oltre, è anche possibile impostare il proprio registro collegato al proprio dominio.

Chi è il proprietario degli smart-contracts che regolano il servizio dei nomi dell’Ethereum?

Oggi questi smart-contract sono di proprietà di diversi attori importanti della comunità dell’Ethereum. Ma alla fine il team dell’ENS vuole istituire una governance per realizzare i cambiamenti amministrativi.

C’è un modo per sapere quali nomi a dominio vengono acquistati?

Sì, il team ENS ha sviluppato un algoritmo che, a partire da un dizionario di nomi comuni, verificherà la disponibilità dei nomi a dominio. Potete utilizzare l’applicazione decentralizzata o andare sull’account del robot Twitter per tenervi informati.

Tanti saluti a questo articolo su Ethereum Name Service che vi permette di dare un nome al vostro portafoglio Ethereum e di possedere nomi a dominio Ethereum. Un passo avanti verso Internet 3.0 o un gadget per voi? In ogni caso può migliorare l’esperienza dell’utente durante le transazioni. Altre alternative alle ENS offrono questo tipo di servizi e possono essere oggetto di altri articoli.